McLaren: Button non è pessimista

Jenson Button, campione del mondo in carica della Formula 1, commenta in toni ottimistici le prestazioni pur non brillanti della propria McLaren MP4-25 registrate nella sua prima sessione di test sul circuito di Valencia

da , il

    Inizio non entusiasmante per Jenson Button al volante della McLaren MP4-25. Il campione del mondo in carica ha concluso con il quinto tempo la sua giornata di test sul circuito di Valencia viaggiando ad un secondo e mezzo da Fernando Alonso. Al di là del dato cronometrico, colpisce che l’ex pilota di Ross Brawn abbia coperto meno della metà del rivale ingaggiato dalla Ferrari. Nonostante questo inizio non brillantissimo, comunque, l’inglese non sembra affatto deluso e dà appuntamento ai propri tifosi per la prossima settimana a Jerez de la Frontera.

    JENSON BUTTON. Il numero 1 della McLaren spiega che un inizio al rallentatore ci può stare se si deve debuttare con una nuova macchina ed una nuova squadra:“Ho cominciato cercando di sistemare al meglio il sedile. Quando si prova per la prima volta una nuova macchina ci vuole del tempo a prendere confidenza con la stessa. Così molto tempo l’abbiamo speso per trovare la mia miglior posizione nell’abitacolo, all’inizio ero troppo alto”. Button si è poi detto soddisfatto delle impressioni avute dalla nuova vettura ricalcando la fiducia espressa dal compagno Lewis Hamilton.

    MCLAREN MP4-25. Hamilton temeva fino all’ultimo che la MP4-25 deludesse in pista dopo aver strabiliato in galleria del vento analogamente al progetto del 2009. Gli sono bastati pochi chilometri per rendersi conto che stavolta il grip c’è e che si trova tra le mani una buona base sulla quale lavorare. Jenson Button incassa l’ottimismo del compagno di squadra e ammette di non essere impressionato più di tanto dai tempi record fatti dalla Ferrari:“E’ veloce ma non possiamo sapere quanto - ha detto commentando le prestazioni della Rossa di Massa e Alonso - Il loro tempo è importante ma non sappiamo con quanto carico di benzina hanno provato”. Quello che serve adesso alla McLaren è trovare la giusta strada per lo sviluppo. Se Button e Hamilton sapranno dare ai loro tecnici le giuste indicazioni, siamo sicuri che li troveremo ancora protagonisti.