McLaren F1: a Silverstone per vincere

Dopo il secondo e terzo posto nel gran premio d'Europa la McLaren si prepara in vista del prossimo appuntamento, in programma a Silverstone

da , il

    hamilton&button

    La McLaren è arrivata a Valencia con l’obiettivo di limitare i danni e se n’è tornata a casa con un secondo e terzo posto, mantenendo la leadership in entrambe le classifiche e beffando Fernando Alonso in casa propria, che in Spagna era attesissimo dai tifosi e pronto a salire sul podio. Ora che si avvicina il gran premio di Gran Bretagna, decima tappa del mondiale 2010 di F1, il team ammette che, ancora prima di mettere le mani sul titolo iridato, vincere sul circuito di Silverstone rappresenterebbe il culmine della stagione: in Inghilterra i tifosi della McLaren si divideranno tra i sostenitori dell’iridato 2008, Lewis Hamilton, e quelli del campione in carica Jenson Button. Ma chissà che la Ferrari e Alonso non si preparino a rendere agli inglesi pan per focaccia…

    LEWIS HAMILTON. Nel gran premio d’Europa, la McLaren è stata l’unica squadra a non portare in pista importanti aggiornamenti, per questo a fine weekend, Lewis Hamilton ha ammesso come il risultato ottenuto sul tracciato valenzano sia andato ben oltre le aspettative e sia stato decisamente incoraggiante. Il team di Woking, che in vista di Silverstone ha intenzione di montare dei nuovi componenti sulla MP4-25, nonostante la vittoria e la ripresa della Red Bull in Spagna, è riuscito a mantenere la prima posizione in entrambe le classifiche: in gara Lewis Hamilton si è imposto subito davanti a Mark Webber e, se non avesse dovuto scontare la penalità conseguente al sorpasso della safety car, avrebbe insidiato anche la RB6 di Vettel. “È stata un’ottima gara”, ha dichiarato Hamilton, “e anche se non sono riuscito a vincere di nuovo, arrivare secondo è stato un buon risultato, specialmente dopo il drive through. Ormai quel che è fatto è fatto, ma sono convinto che avrei potuto mettere un bel po’ di pressione a Sebastian, sebbene i sorpassi a Valencia siano decisamente difficili…”.

    MARTIN WHITMARSH. E dopo il buon risultato ottenuto a Valencia, la McLaren non vede l’ora di scendere di nuovo in pista a Silverstone, dove i miglioramenti in programma dovrebbero adattarsi perfettamente al nuovo tracciato, ritenuto il più veloce del calendario, e dove la squadra britannica si augura di veder salire sul gradino più alto del podio uno dei suoi due campioni. “Nelle ultime tre gare abbiamo messo a segno 119 punti su un massimo di 129: un risultato fantastico che ci dice molto riguardo al nostro desiderio di combattere in prima fila”, ha commentato Martin Whitmarsh, team principal della McLaren. “Il gran premio di Gran Bretagna significa molto per tutti noi e se Lewis o Jenson dovessero vincere, il team ne sarebbe estremamente orgoglioso”. Archiviata una stagione 2009 passata nell’ombra, la McLaren dopo le prime sei gare si era già guadagnata il titolo di rivale numero uno della Red Bull che, nonostante alcuni problemi di affidabilità, per ora detiene lo scettro di monoposto più veloce del campionato.

    JENSON BUTTON. Per questo la vittoria di casa sarebbe un risultato davvero importante, in modo particolare per il campione del mondo in carica, che ha così dichiarato: “L’anno scorso ero il leader della classifica quando abbiamo corso a Silverstone, ma non sono comunque ancora riuscito a vincere questa gara. Quest’anno sono secondo e non posso pensare a niente di meglio che festeggiare di fronte alla mia gente… sarebbe fantastico!”.

    Foto: motorsport.com