McLaren: il ritorno di Mika Hakkinen in F1

mika hakkinen, due volte campione del mondo con la mclaren mercedes nel 1998 e 1999, fa il suo ritorno in formula 1 per un test

da , il

    McLaren: il ritorno di Mika Hakkinen in F1

    79 giri sono tanti.

    Un’enormità per uno che ha 38 anni e non corre da 5.

    Mika Hakkinen ha preso la cosa tremendamente sul serio ed ha fatto il suo lavoro fino in fondo.

    Al termine della giornata ha dichiarato:”Quando lo rifacciamo?

    Questa non era un’esibizione. Era una vera giornata di lavoro! Alla McLaren Mercedes hanno bisogno della sua esperienza in attesa che sia Alonso a comandare le operazioni? Pare di sì.

    In tutta questa faccenda, l’unico a restarci male è stato De La Rosa che di esperienza ne ha tanta ma è stato accantonato prima per far posto a Lewis Hamilton ed adesso per andare a prendere direttamente dall’ospizio Mika Hakkinen!

    Scherzi a parte. Il ritorno di Hakkinen non è stato solo positivo per gli ingauribili nostalgici, ma un po’ per tutti. Come riportato da F1Racing.net, al termine della sua esperienza il due volte campione del mondo ha descritto le sue sensazioni ed ha raccontato le principali differenze tra la F1 di oggi e quella del 2001.

    La giornata:“E’ stata una giornata eccellente, molto emozionante. Ho percorso 79 giri e sono molti a Barcellona. La pista è piuttosto impegnativa, con molte curve e le forze G sono piuttosto elevate. Sono molto felice di aver percorso tutti questi giri senza problemi.”

    L’obiettivo: “L’obiettivo della giornata di oggi non era di impressionare nessuno, oggi ho usato solo un treno di gomme, perciò è stato molto difficile. Abbiamo solo voluto trovare un buon feeling e comprendere la Formula 1 e il modo in cui è cambiata dal 2001.”

    I cambiamenti:“Sorprendentemente non sono cambiate molte cose a parte l’elettronica che è molta di più adesso. L’elettronica aiuta in curva ma se non ci sei abituato – come me – ti fa sprecare concentrazione e questo ti costa più di un secondo al giro senza neanche accorgertene”.

    La prossima volta:“Mi piacerebbe molto guidare la vettura in un altro test, la mia comprensione dei punti di staccata, di accelerazione e dell’assetto della vettura continua a migliorare. In un prossimo test sarei più forte e più veloce e avrei più comprensione della vettura. Ma dovremo discutere e vedere cosa accadrà. Devo davvero capire come si è trovato il team oggi e poi capiremo cosa fare.”

    La McLaren ha escluso l’ipotesi che Mika Hakkinen diventi tester a tempo pieno ribadendo che questa è stata un’esperienza del tutto particolare. Non hanno comunque negato che l’esperienza possa essere ripetuta… anche tra non molto.