McLaren Mercedes contro Sauber BMW: è derby tedesco per il ruolo di anti-Ferrari

McLaren Mercedes contro Sauber BMW: è derby tedesco per il ruolo di anti-Ferrari

da , il

    McLaren Mercedes contro Sauber BMW: è derby tedesco per il ruolo di anti-Ferrari

    BMW Sauber in ascesa, McLaren Mercedes in declino. E’ questo ciò che emerge dalla primissima parte della stagione 2008 di F1 mentre le opinioni si sprecano: sono davvero i bavaresi i nuovi antagonisti della Ferrari? O gli anglotedeschi torneranno a mettere le cose in chiaro già dal prossimo Gran Premio?

    Il derby tedesco è solo agli inizi ma sembra già infuocato. Secondo alcuni illustri osservatori esterni come Keke Rosberg e Niki Lauda, sarà senza dubbio la BMW la seconda forza del campionato 2008. “Le BMW sono state chiaramente più veloci delle McLaren” ha sentenziato il 3 volte campione del mondo austriaco. Dello stesso avviso il finlandese attualmente commentatore per la Tv tedesca:“Per quel che ha fatto vedere ad oggi, la McLaren è stata decisamente bocciata”.

    Quel che dovrebbe far riflettere, al di là dei singoli episodi, è l’andamento generale dei due team. La BMW è da 3 anni in crescita costante ed inesorabile mentre la McLaren ci ha abituati ad annate altalenanti. Solo per restare in epoche recentissime: ottimo 2003, pessimo 2004, eccellente 2005, tragico 2006, splendente 2007, … 2008?

    Se a quest’ultima considerazione ci aggiungiamo un breve ragioniamento sul clima nel quale a Woking hanno lavorato negli ultimi 7-8 mesi, diventa difficile essere ottimisti. Oltretutto, la storia della F1 è piena di casi in cui un team che inizia una parabola discendente difficilmente riesce, nel breve periodo, ad invertire la rotta.

    Ovviamente non è di questo avviso Ron Dennis. Il boss McLaren si mostra ottimista e fiducioso nei propri mezzi:“I veri valori si vedranno in Europa. Le cose non stanno così come sono sembrate. La vera forza di una squadra si vede quando occorre portare avanti in fretta lo sviluppo e introdurre nuove componenti. E’ questo ciò che fa la differenza”. “Anche la Ferrari ha avuto un inizio disastroso - gli fa eco Norbert Haug - ma poi si è ripresa alla grande”.

    “Il distacco in bahrain tra noi e la Ferrari era molto piccolo. La vettura ha un grande potenziale, e noi dobbiamo migliorare passo dopo passo? Queste, invece, sono le parole Mario Theissen. A voi l’arduo compito di trovare delle differenze. Segno evidente che il derby è già cominciato.