McLaren Mercedes: l’obiettivo è Vettel

La Mercedes continua il pressing su Sebastian Vettel

da , il

    Attenzione! Se il tormentone Alonso-Ferrari è un immancabile must della Formula 1 spaghettara, per quella tutta birra e crauti ce n’è un altro pronto a prender piede: Vettel alla Mercedes! Già ne avevamo parlato…

    VETTEL ALLA MERCEDES. Il sogno Mercedes si chiama pilota tedesco su macchina poco anglo e molto tedesca. Non ci sono riusciti con Schumacher, Michael. Hanno snobbato i vari Heidfeld, Ralf, Glock e compagnia bella per buttarsi a capofitto su Sebastian Vettel. Giovane, talentuoso, teutonico. Il più giovane vincitore di un GP di F1 continua a stuzzicare il palato di Norbert Haug che ha dichiarato sibillino:“Vedremo, forse un giorno guiderà una freccia d’argento…”. Certo, in McLaren ci sarebbe da fare i conti con la scomoda presenza di Hamilton. Ma per noi appassionati spettatori non sarebbe che un motivo in più per gustarci il nostro sport preferito.

    BRUNO SENNA. In tema di piloti che fanno “rumore” accostati al nome Mercedes torna alla ribalta delle cronache quello di Senna. Bruno non è riuscito ad entrare in F1 come avrebbe sperato ed adesso pare abbia rifiutato un anno di contratto con la casa della stella per correre nel DTM poiché Haug non è gli ha dato la garanzia che, dopo il “purgatorio”, sarebbe riuscito a piazzarlo in F1. Il brasiliano, quindi, ha preferito mettersi nelle mani dello zio Bernie:Ecclestone mi ha garantito che non dovrei rimanere ancora a lungo fuori dalla F1″ ha dichiarato Senna che sta mirando ai posti di Piquet, Nakajima e Bourdais.

    KERS PER TUTTI. Ogni tanto si sentono voci che danno la Mercedes per vicina all’addio alla F1. Da come si sta muovendo a livello tecnico, pare esattamente il contrario. Dopo aver vinto l’appalto per la centralina unica, adesso il team di Woking si propone come la più seria candidata per fornire il Kers standard che dal 2010 sarà adottato da tutte le scuderie del Circus. In questo campo la Mercedes deve battere la concorrenza soprattutto dei cugini della BMW per i quali il responsabile Mercedes ha parole provocatorie:“Lo hanno voluto loro ma ora non lo utilizzano. Noi, invece, sì e ne siamo molto soddisfatti” ha ricordato Haug.