McLaren: spunta l’ipotesi di un supermotore

mclaren mercedes con un motore più potente di 25 cavalli e in grado di rendere quasi 4 decimi al giro

da , il

    Mentre la Ferrari sfoglia la margherita e resta col dubbio se sostituire o meno il motore di Raikkonen che, a causa di un difetto di fabbricazione alle bielle, rischia di imitare quello di Felipe Massa in Ungheria, la McLaren viene accreditata di un supermotore Mercedes in grado di far guadagnare fino a 4 decimi al giro.

    4 DECIMI AL GIRO. Dicesi supermotore. Trattasi in realtà di ben 25 cavalli in più ricavati tra miglioramenti aerodinamici e microsviluppi che hanno interessato, nei limiti del regolamento, il V8 Mercedes. Secondo Willy Rampf della BMW non sarebbe la discussa e innovativa leva “magica” che consente di ottimizzare le accelerazioni ad avere fatto la differenza.“In termini teorici 25 cavalli valgono 4 decimi al giro e da quando hanno introdotto queste innovazioni i motori Mercedes hanno vinto le ultime 3 gare” ha fatto puntualmente notare il direttore tecnico bavarese.

    RENDIMENTO COSTANTE. Quello che interessa agli anglotedeschi, però, non sono solo le prestazioni. Lewis Hamilton sa che gli avversari in grado di poterlo impensierire sono pochissimi e punta tutto sulla costanza di rendimento per spiccare il volo verso il suo primo titolo mondiale:“Quest’anno, rispetto allo scorso, è stato caratterizzato da molti colpi di scena. Nel 2007 a parte qualche episodio abbiamo tutti lottato intensamente. Nel 2008 ci sono stati molti più errori ma siamo comunque tutti ancora vicini e la costanza nell’ultima parte della stagione sarà decisiva”

    NIENTE PREVISIONI. Nonostante il suo stile sia quello di ostentare sicurezza anche al di là del lecito, Il leader del campionato prosegue nel suo nuovo atteggiamento scaramantico e, a pochi giorni dalle prime prove libere, fugge da ogni furioso proclama di vittoria. “I nostri rivali saranno forti. Noi altrettanto ma è impossibile dire come andrà a finire. In Ungheria abbiamo visto che tutto può succedere. Dovrò essere prudente e raccogliere più punti possibili”.

    “Valencia è un’incognita – conclude Hamilton – ma non sono spaventato perché saremo tutti nelle stesse condizioni ed in passato ho già dimostrato di sapermi adattare bene alle novità”.