Mercato piloti F1 2015: non c’è posto per Vergne

Mercato Piloti F1 2015: Jean Eric Vergne termina la sua esperienza in Toro Rosso

da , il

    F1 Gran Premio Abu Dhabi 2014, il venerdi prima della gara

    Si può essere “vecchi” a 24 anni e trovarsi senza un sedile. A Jean Eric Vergne non è riuscito il gran salto in Red Bull, quella che dev’essere la meta forzata di chi inizia in Toro Rosso. Meglio Ricciardo, pensarono un anno (e passa) fa i vertici di Milton Keynes: e videro giusto. L’australiano è indubbio che valga qualcosa in più di JEV, senz’altro buon pilota, per nulla personaggio, costretto a restare a Faenza nel 2014.

    Avventura che giunge al termine, perché arriva Max Verstappen, che personaggio lo è già, a prescindere, causa carta d’identità nuovissima e patente ancora non rilasciata. Accanto all’olandese – sarà investimento fruttuoso o fenomeno da baraccone? Si vedrà – dovrebbe arrivare Carlos Sainz Jr.

    Così per Vergne le porte si chiudono e all’orizzonte non appaiono soluzioni praticabili, se non cercare un volante al di fuori della Formula 1. L’annuncio è arrivato via Twitter, essenziale e con pochi ricami: finisce qui, stop. Tutte le caselle sono già occupate e il francese si ritrova con la carriera finita all’età in cui, fino a qualche anno fa, in F1 debuttavi.

    Fa. Po.

    Grosjean: ancora Lotus

    Romain Grosjean guiderà la Lotus in Formula Uno anche nella prossima stagione. E’ stata la stessa scuderia britannica a confermarlo attraverso il proprio account Twitter. “Grosjean guiderà per noi il prossimo anno. Siamo abbastanza felici di questo, e anche Romain sorride”, ha scritto la Lotus pubblicando una foto che ritrae il pilota francese sorridente Per seguire il LIVE delle prove libere 1, BASTA CLICCARE QUI!

    [sondaggio id="457"]

    Nasr ed Ericsson in Sauber

    Rivoluzione. E’ quel che serve alla Sauber per continuare a sopravvivere. Ma non rivoluzione tecnica, bensì nella line-up dei piloti. Dopo l’ingaggio di Marcus Ericsson annunciato ad Austin, alla vigilia del Gran premio del Brasile 2014 arriva un’altra notizia inattesa: Felipe Nasr correrà con il team elvetico il mondiale 2015.

    Mossa che lascia un po’ spiazzati, perché sembrava che il sedile di Gutierrez fosse relativamente sicuro, grazie al supporto finanziario di Telmex. Invece, la valigia assicurata da Nasr – sostenuto dal Banco do Brasil – è evidentemente più pesante.

    Dopo le consuete frasi di circostanza, «Abbiamo seguito la carriera di Felipe per un po’ di tempo e adesso merita un posto in Formula 1, dopo una carriera di successo nelle categorie minori», Monisha Kaltenborn chiama direttamente in causa quella che è la ragione principale: la sponsorizzazione. «Banco do Brasil è stato un partner importante per Felipe fino a oggi e siamo felicissimi che una società così conosciuta continui a sostenerlo in questo passaggio cruciale».

    Quanto a Nasr, il primo commento è stato: «E’ un sogno che si avvera. La Sauber ha portato al debutto in Formula 1 nomi importanti come Massa, Raikkonen, Kubica e Vettel: sono fiero di far parte adesso di questa famiglia. Ho trascorso un anno fantastico in Williams, dove ho imparato molto e mi sono preparato per diventare un pilota di Formula 1».

    Per Sutil e Gutierrez è tempo di andare a caccia di altri sedili, con ogni probabilità al di fuori della Formula 1, dove se non porti somme prossime ai 20 milioni di euro (18 sono quelli garantiti da Ericsson; ndr), non c’è proprio posto.

    Williams: confermati Massa e Bottas

    La Williams ha confermato in una nota che Felipe Massa e Valtteri Bottas saranno i piloti ufficiali della scuderia anche per il Mondiale 2015 di Formula 1. Il brasiliano, ex Ferrari, è alla sua stagione d’esordio con la Williams regalando alla scuderia inglese la prima pole position dal 2012 al Gp dell’Austria. Bottas è invece un pilota Williams dal 2010, quando venne ingaggiato come test driver, quest’anno è già salito per ben quattro volte sul podio ed è attualmente quinto nella classifica del Mondiale piloti.