Mercato piloti F1 2018, che caos! Giovinazzi in Ferrari, Vettel alla Mercedes e Alonso?

La stagione 2017 di Formula 1 non è ancora cominciata ma già si parla di 2018. Bottas è una soluzione temporanea in attesa di Vettel. La Ferrari punta su Giovinazzi. E Alonso? Dove andrà?

da , il

    La stagione 2017 di Formula 1 non è ancora cominciata ma il ritiro di Nico Rosberg, rimpiazzato in extremis da Valtteri Bottas, non è che l’inizio di una rivoluzione sulle line-up di piloti che vedremo nel 2018. Prepariamoci, allora, ad un’estate caldissima. Basti dire che gente come Sebastian Vettel e Fernando Alonso ha il contratto in scadenza e si trova in team che hanno nettamente disatteso le loro speranze di successo. A questo aggiungiamo che anche l’altro pilota della Ferrari, Kimi Raikkonen, è prossimo alla pensione e che a Maranello stanno tenendo in caldo Antonio Giovinazzi come giovane italiano pronto a vestire una tuta rossa. Non solo, anche la Mercedes terrà sotto la lente di ingrandimento Bottas, pronta a sostituirlo qualora non si riveli un top driver di livello assoluto.

    Ferrari F1 2018: Giovinazzi non deve sbagliare nulla

    Antonio Giovinazzi ha già un piede e mezzo nella Ferrari del 2018. Nel 2017 dovrà solo evitare di fare errori. Dovrà mostrarsi pronto quando sarà chiamato in causa. E basta. A tal proposito, sta macinando chilometri al simulatore e attende che la Ferrari gli trovi una sistemazione come pilota del venerdì mattina durante i Gran Premi presso un team minore. Secondo “La Gazzetta dello Sport”, la Sauber potrebbe essere il team giusto. Di chi prenderà il posto? C’è l’imbarazzo della scelta. Kimi Raikkonen va verso le 38 primavere. Sebastian Vettel piace alla Mercedes.

    Mercedes punta a Vettel nel caso Bottas fallisca

    Sebastian Vettel pilota Mercedes nel 2018? Non è una pura fantasia giornalistica. L’ispirazione arriva nientemeno che da Nico Rosberg:“Vallteri era la scelta più ovvia per l’immediato futuro – ha spiegato il campione del mondo parlando della Mercedes in cerca del suo successore – so che non avrà problemi ad ambientarsi ma so anche che Vettel ha un contratto in scadenza per qui al termine di questa nuova stagione sarà interessante vedere che mosse faranno dato che per Sebastian sarebbe una grande occasione quella di guidare per la Mercedes”.

    F1 2018: Alonso non pensa al ritiro

    Fernando Alonso se l’è tirata per mesi facendo capire che la Formula 1 non ha più senso per lui e che preferirebbe correre in altre categorie. Tutte balle, crediamo. Anche nel caso in cui la McLaren non sforni una macchina finalmente competitiva, l’asturiano vorrà restare nel Circus. 35 anni sono ancora giusti per fare 2-3 stagioni al top. Le offerte non gli mancano. Il sogno di guidare la Mercedes, ad esempio, potrebbe diventare realtà. Oppure potrebbe attendere a Woking la definitiva crescita della McLaren. “Non vedo un Fernando che pensa al ritiro – ha dichiarato il suo fisioterapista di fiducia nonché storico braccio destro Fabrizio Borra ad un’emittente spagnola – Lo vedo tranquillo e motivato come nei primi anni di carriera. Non pensa che questo sarà l’ultimo. Si allena per sei ore al giorno dato che le monoposto di quest’anno richiederanno un impegno fisico maggiore ma lui ci è già abituato perché faceva così anche quando debuttò in F1″.