Mercato piloti: Honda conferma i suoi, alla Spyker c’è Winkelhock. Alonso se ne va?

Mercato piloti: Honda conferma i suoi, alla Spyker Winkelhock , Alonso pronto a lasciare la McLaren

da , il

    Mercato piloti: Honda conferma i suoi, alla Spyker Winkelhock , Alonso pronto a lasciare

    Si muove sempre a piccoli passi il mercato dei piloti F1. E a fare notizia sono più le conferme che i pochissimi cambi di scuderia. In questo senso anche la Honda decide di prendersi un altro anno di transizione confermando la coppia Jenson Button e Rubens Barrichello fino al 2008.

    Il pilota brasiliano, quindi, quasi sicuramente riuscirà a battere il record del numero di Gran Premi disputati nella storia della Formula 1. Per lui nel 2009 arriverà la pensione.

    Perché la data X del mercato, non ci stancheremo mai di dirlo, è proprio il 2009. Complici anche in nuovi regolamenti che entreranno in vigore, le speranze di tanti team in crescita e i molti contratti in scadenza.

    A dire il vero non sarebbe il caso di Alonso. Il contratto che lui ha con la McLaren è un triennale. Ma, invece, si parla ancora del pilota spagnolo addirittura già come uomo-mercato 2008 perché c’è una clausola del suo contratto che prevede lo scioglimento nel caso in cui il team faccia azioni che possano danneggiare la sua immagine. E’ chiaro, perciò, che con una penalizzazione in seguito alla spy-story, Fernando Alonso da Oviedo potrebbe mettere il suo talento al servizio di un altra squadra. Questo è fantamercato, sia chiaro. Anche perché, Renault a parte, non ci sono sedili appetibili che potrebbero liberarsi.

    Un sedile che si è liberato in fretta, invece, è quello di Albers alla Spyker. Nonostante il candidato numero 1 resti Christian Klien, per il Gran Premio d’Europa i vertici del team hanno deciso di far correre assieme ad Adrian Sutil un altro tedesco: Markus Winkelhock. Secondo Kolles, il ventisettenne Winkelhock dopo due anni da collaudatore Midland e Spyker meritava un’opportunità e, oltretutto, è un profondo conoscitore del circuito del Nurburgring. Vedremo.