Mercato piloti: Prodrive e Red Bull muovono le acque, per il resto è calma piatta

Mercato piloti: Prodrive e Red Bull muovono le acque, per il resto è calma piatta

Abbiamo già detto dello scarso movimento nel mercato piloti della Formula 1 in vista del 2008

da in David Richards, Formula 1 2017, Mercato Piloti F1, Piloti F1 2017, Prodrive F1, Red Bull F1
Ultimo aggiornamento:

    Piloti Formula 1 2007 foto gruppo

    Abbiamo già detto dello scarso movimento nel mercato piloti della Formula 1 in vista del 2008. A ravvivare un po’ la situazione ci sono solo la mandria dei Red Bull & Toro Rosso e, soprattutto, l’ambitissimo team B della McLaren: la Prodrive di David Richards.

    La carenza di sedili è un must della F1. Per cui, quando arriva un nuovo team, i piloti a piedi ci si fiondano come api sul miele.
    La novità di quest’anno è che tutti i top driver sono ultrapiazzati, per cui a fare le reginette del ballo sono diventate le scuderie. Almeno quelle poche che ancora non hanno definito i loro programmi.

    Capitolo Prodrive.
    La Prodrive, che fino a poco fa era solo un nome, quello di David Richards, comincia a parlare anglotedesco. Tra indiscrezioni e smentite, manca solo l’ufficialità.
    Tra i papabili piloti c’è in pole position proprio Gary Paffett (tester McLaren). Altre voci parlano di un ritorno di Tiago Monteiro o dell’ingaggio di un pilota esperto come De La Rosa (sempre tester McLaren). In attesa che quest’estate venga fatta chiarezza, le candidature sono apertissime.

    Capitolo Red Bull e Toro Rosso.
    Con il gran viavai di piloti, tra programma giovani (vedi le tante formule minori dove compare il marchio del torello rampante) e programma anziani (vedi David Coulthard), almeno dall’esterno regna una certa confusione.
    Tra i tanti rumors che sono usciti in questi giorni c’è quello di Vitantonio Liuzzi che potrebbe prendere il posto nientemeno che di David Coulthard. A queste voci, lo scozzese ha però risposto piccato:“Sono stufo di dover rispondere a domande basate sul fatto che sono nato nel 1971. Le statistiche dimostrano che in gara sono piu’ veloce di Mark e lo si vede anche dalla telemetria. Fine della storia”.
    Altro clamoroso avvicendamento, potrebbe avvenire nel team Toro Rosso.

    Ormai è noto lo scontento per le prestazioni di Scott Speed. Secondo alcuni l’americano potrebbe venir scaricato persino prima della fine dell’attuale stagione e al suo posto potrebbe salire Sebastian Vettel. Mentre un altro Sebastian, Bourdais, è lì sull’uscio di casa già da molti mesi. Chi si metterà da parte per lo scontato arrivo del francese?

    Capitolo altri team.
    Blindate le coppie Ferrari e McLaren, c’è ancora qualcosa da dire in Renault tra Fisichella e Kovalainen. Complice il momento difficile della scuderia e con uno scalpitante raccomandato di nome Nelsinho Piquet, è probabile che si liberi un posto a fine stagione. Forse persino prima.
    Altro posto che rischia di liberarsi a fine anno è quello di Barrichello alla Honda ma è mistero fitto sulle intenzioni del team giapponese. Altri spostamenti, infine, potrebbero interessare le vetture che chiudono lo schieramente con una lotta molto aperta in Spyker, tra un serie di debuttanti scatenati, alcuni dei quali con valigie piene di dollari. Preferibilmente.

    538

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN David RichardsFormula 1 2017Mercato Piloti F1Piloti F1 2017Prodrive F1Red Bull F1
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI