Mercedes doveva tenere Schumacher in coppia con Hamilton, parola di Villeneuve

Formula 1: Jacques Villeneuve cambia versione su Schumacher

da , il

    Jacques Villeneuve

    Jacques Villeneuve torna a commentare i fatti della Formula 1. La vera notizia stavolta è che il canadese si concede persino il lusso di difendere l’odiato rivale Michael Schumacher. Come cambia il mondo. L’otto maggio scorso il figlio di Gilles ha riallacciato alla grande i rapporti con Maranello facendo persino qualche giro di pista a Fiorano sulla Ferrari che fu del padre. Ora lancia segnali di apprezzamento nei confronti di quello che per molti anni è stato il suo bersaglio preferito:“Non capisco come mai si sia ritirato. La coppia Hamilton-Schumacher sarebbe stata decisamente migliore di quella che avranno il prossimo anno”, ha dichiarato a Motorsport Aktuell.

    Rosberg: “Per tre anni ho avuto la meglio su Schumacher”

    Pur se indiretta, la replica di Nico Rosberg non è mancata. Non essendo ancora a conoscenza delle esternazioni del canadese, il giovane tedesco ha tracciato un breve ma inattaccabile bilancio delle tre stagioni disputate a fianco della leggenda Schumacher:“E’ vero che Michael è stato sfortunato ma lo sono stato anch’io. In qualifica ho avuto la meglio su di lui per tre anni. Le cose sono andate meglio di quanto non potessi aspettarmi all’inizio”.

    Schumacher ha rifiutato il ruolo di tester per la Pirelli

    E’ Paul Hembery a raccontare il retroscena:“In Giappone gli ho chiesto se fosse interessato a diventare un nostro tester per gli pneumatici ma Schumacher ha rifiutato l’offerta. Penso sia più interessato a fare skydiving o qualcosa di simile”, ha ammesso il capo del reparto sportivo della Pirelli a Totalrace. In lizza per il ruolo, oltre al confermato Lucas di Grassi, ci sono altri nomi di tutto rispetto. Si va da Adrian Sutil a Kamui Kobayashi. Pur se non ancora ufficialmente, il giapponese ha perso il sedile della Sauber a favore del giovane messicano Esteban Gutierrez, destinato a ripercorrere le orme di Sergio Perez.

    Mercedes, Haug: “Lavoriamo sodo per risolvere i problemi”

    Francamente fatico a vedere nel 2013 una Mercedes non protagonista. L’arrivo di Lewis Hamilton è un segnale chiaro sulle velleità dell’azienda di Stoccarda. Norbert Haug accetta le critiche ma al tempo stesso conferma le grandi ambizioni:“Non abbiamo avito benefici dai nuovi scarichi – ha ammesso – in questa stagione nessuno ci ha regalato la vittoria di Shanghai ed in quel periodo siamo stati competitivi anche su altre piste. Ma dobbiamo ammettere che dalla pausa estiva in poi abbiamo mancato i nostri obiettivi. Sappiamo perché questo è successo. Dipende dal nostro studio sugli scarichi che, però, credo ci consentirà di essere più forti il prossimo anno”.