Michael Schumacher: il tributo dei piloti di F1

Michael Schumacher si prende i commenti anche dei suoi colleghi più inj vista della stagione 2009 per la decisione di ritornare al volante della Ferrari di Formula 1 al posto dell'infortunato Felipe Massa nell'incidente di Budapest

da , il

    Sul ritorno di Michael Schumacher si pronunciano anche i piloti di Formula 1. A parlare sono tra i più rappresentativi, grandi protagonisti della stagione nonché primi due in classifica mondiale: Jenson Button e Mark Webber. Da entrambi partono parole di stima e incoraggiamento.

    JENSON BUTTON. Il pilota inglese della Brawn GP non invidia il 7 volte iridato:“Tutti dicono che ha tutto da perdere: se vince, non sarà una sorpresa. La sua posizione non è semplice, ma sono contento che abbia raccolto la sfida. E’ un atto di grande coraggio” ha fatto sapere alla stampa inglese durante la celebre corsa di Triathlon di Londra alla quale ha preso parte domenica scorsa. Per lui 1,5 km a nuoto, 40 in bicicletta e 10 a corsa in un tempo totale di 2 ore, 7 minuti e 2 secondi. “Quando è sceso in pista nei test invernali è stato veloce, è saltato nell’abitacolo e si è dimostrato competitivo sin dal primo giro” ha ricordato in conclusione Jenson Button.

    MARK WEBBER. Più categorico il pilota Red Bull, attualmente secondo in campionato. “Michael è un pilota di classe mondiale, tornerà e vincerà una gara quest’anno – sostiene Mark Webber – Il tedesco è competitivo e molto carico… una forza. Su questo non ci sono dubbi. Schumacher manca dalle corse da tanti anni, ma si è tenuto in allenamento praticando altri sport, compreso il motociclismo. Arriverà all’appuntamento con il Gp d’Europa in buona forma”. E chissà che, piazzandosi tra lui e Button, non l’aiuti nella scalata alla vetta della classifica…

    MICHAEL SCHUMACHER. Molto allenamento, molta fisioterapia e la solita maniacale ricerca della preparazione fisica ottimale. E’ questo Michael Schuamcher che, a 40 anni, si mette a sudare nel caldissimo agosto 2009 come se fosse un ragazzino che si vede passare davanti l’occasione della vita. A rivelarlo è il medico personale Johannes Peil che, così facendo, illude i tifosi del ferrarista su un suo possibile rientro alle corse più a lungo termine. Tra questi, il più noto è Bernie Ecclestone:“Forse la Ferrari lo convincera’; sono sicuro che vogliono tenerlo. Sarei felice se Schumacher guidasse per sempre” ha dichiarato il patron del Circus.