Michael Schumacher mette Hakkinen contro Mansell

Il ritorno di Michael Schumacher in Formula 1 scomoda anche i grandi campioni del passato come Mika Hakkinen e Nigel Mansell

da , il

    Mika Hakkinen scommette che Michael Schumacher avrà vita dura qualora decida seriamente di tornare in Formula 1. Di parere completamente opposto un altro grande campione del mondo degli anni ’90 come Nigel Mansell secondo il quale il sette volte iridato può ancora dire la sua. A chi dare più fiducia?

    Personalmente credo che il Leone d’Inghilterra ne sappia un bel po’ su cosa voglia dire correre anche ad una certa età. Discorso diverso per il finlandese che ha deciso di uscire dalla F1 ancora relativamente giovane.

    MICHAEL SCHUMACHER. Hakkinen e Mansell non si trovano d’accordo sul conto di Michael Schumacher. E l’impressione è che questi due straordinari campioni parlino più di loro stessi che del fenomeno di Kerpen. “Se torna, la sua vita cambierà e dovrà di nuovo dedicarsi alla Formula 1, senza garanzie di successo – spiega Mika Hakkinen - Le gomme, i motori e le monoposto sono cambiate, quasi tutto è cambiato e non sarà facile per Michael – prosegue il rivale di tante battaglie che è riuscito ad avere la meglio sul tedesco nella stagione 1998 – Ha molto lavoro davanti ma non ci sono dubbi che le vittorie non arriveranno con la stessa velocità con cui arrivavano prima”. Impeccabile il ragionamento dell’ex pilota McLaren-Mercedes. Più autorevole, però, pare l’opinione di Nigel Mansell capace di vincere il titolo a 39 anni e dopo mille battaglie, nonché in grado di ottenere l’ultimo successo in carriera con 41 primavere sulle spalle. “Non mi sorprenderei se vincesse un altro titolo - ammette l’inglese – l’età non è un problema per Michael, soprattutto quando sei professionale, convinto e concentrato. Ha esperienza e talento e la Mercedes gli darà una buona macchina, ha concluso il Leone d’Inghilterra.