Michael Schumacher, test MotoGP con la Ducati 2007 di Stoner: velocissimo!

Michael Schumacher, test con la Ducati MotoGP di Stoner: velocissimo col miglior tempo di 1'37'890

da , il

    Michael Schumacher, test con la Ducati MotoGP di Stoner: velocissimo

    Ieri Michael Schumacher ha provato la Ducati GP7 di Casey Stoner a Valencia. Non un’esibizione ma oltre 50 giri con un miglior tempo che fa parlare: 1’37”890, praticamente solo 5 secondi più lento rispetto a quanto fatto dal vincitore Pedrosa nella gara di domenica scorsa.

    Altro che seconda guida in McLaren nel futuro di Michael Schumacher. Il tedesco, casomai, potrebbe avere un avvenire in MotoGP!

    La passione per le moto e per la velocità non gli mancano di certo. Il talento “può darsi” ci sia. Peccato, quindi, solo per l’età. Nessuno, lui per primo, però cambierebbe ciò che ha fatto in Formula 1 con un’altra disciplina. Per cui, va bene così.

    Nello stesso impianto dove Valentino Rossi ha imparato a guidare la Ferrari, Schumacher è sceso per la seconda volta (la prima nel 2005) in pista con una Ducati MotoGP. Siccome lui è tedesco, preciso e pignolo, anziché limitarsi a fare dei giri, si è messo d’impegno ed ha svolto un pomeriggio intenso che potremmo definire di “lavoro”. All’inizio girava sull’ 1 e 40, col passare delle tornate, però, è riuscito via via a limare qualcosa.

    Col suo solito pragmatismo e la sua modestia, il 7volte campione del mondo ha dichiarato :“Due anni fa ero andato più piano. Stavolta ho girato costantemente a meno di dieci secondi dai migliori tempi e non credo sia male come risultato”.

    Anche per gli addetti ai lavori, quello fatto dal ferrarista è qualcosa di notevole. “Per uno che non ha mai corso in moto, è stato eccezionale” ha commentato un veterano come Alex Barros.

    A Casey Stoner, invece, è stato chieso a quando il primo giro dentro ad una F2007. L’australiano ha però risposto piuttosto freddamente:“Il mondo della F1 è un po’ lontano dal mio. Adesso non mi sentirei pronto a salire dentro ad una monoposto. Ho fatto esperienze con i kart, ma mai con una vettura di quel genere. Penso che ci vorrà del tempo. Se mai sarà, però, sarò molto lieto di poter avere i giusti consigli da Michael”.