Mick Junior, il figlio di Schumacher, è pronto all’esordio in Formula 4 [FOTO]

Mick Schumacher è pronto all'esordio nella Formula 4. L'erede di Michael, sette volte campione del mondo di F1, sta svolgendo i test pre-campionato.

da , il

    Schumacher Mick

    Mick Junior Schumacher è pronto all’esordio in Formula 4. Il giovane tedesco, figlio della leggenda Michael, sta svolgendo i test pre-campionato a Oschersleben in attesa di fare il proprio esordio ufficiale nel mondiale di categoria il weekend del 25 e del 26 aprile. In molti addetti ai lavori parlando di Mick Junior come di un predestinato tanto da pensare a lui come un futuro campione del mondo della Formula 1. Nell’apprendistato con i Kart correva col cognome della madre per evitare i riflettori e la ribalta mediatica. Ora invece, diventato ‘grande’ non ha più paura del cognome che porta e si è presentato in Formula 4 col suo vero cognome. Riuscirà a non essere schiacciato dal peso del cognome Schumacher? Durante questa prima fase di test ha avuto anche un pericoloso incidente. Girate le pagine per leggere cosa è successo al tedeschino e vedere le immagini dell’erede di Michael al volante della Formula 4.

    Esordio col botto

    Mick Schumacher, figlio del grande Michael, inizia con un incidente la sua esperienza al volante di una monoposto a ruote scoperte. Forte del piazzamento al secondo posto nel campionato mondiale kart dello scorso anno, il 15enne unico erede maschio del sette volte iridato, è passato a correre in Formula 4. Durante la prima sessione di test prestagionali che si stanno svolgendo sul circuito tedesco del Lausitzring, la sua vettura è uscita di pista a 160 km/h. Fortunatamente la ghiaia ha rallentato la velocità evitando che il giovane pilota riportasse qualche conseguenza. L’incidente è avvenuto a fine giornata, dopo che Mick aveva guidato per quasi sette ore senza problemi.

    Incidente per Mick, il figlio di Schumacher

    “Passare dai kart alle monoposto è dura per tutti. Lo sarà ancor di più per uno che porta un cognome così pesante”, ha commentato Sebastian Vettel non appena la notizia è giunta in Australia. “È solo agli inizi della carriera e deve ancora imparare molto - ha spiegato il team manager Frits van Amersfoort - l’aspetto positivo è che lui ha voglia di imparare”.

    Il figlio di Schumacher può bruciare le tappe

    Mick Schumacher ha voglia di imparare e, soprattutto, di vincere. Il DNA non mente. A fine 2014 ha sfiorato il titolo di campione mondiale kart nella classe KF junior dovendo lasciare il passo all’inglese Enaam Ahmed. “Sono ovviamente orgoglioso di un risultato così importante — aveva dichiarato dopo la gara – ma è chiaro che la mia ambizione è diventare campione del mondo. Perciò questo è solo l’inizio del mio lavoro”, si legge sulla Gazzetta dello Sport. L’approdo in Formula 4 per questo 2015 è stato il passaggio più logico. Max Verstappen, figlio di Jos, compagno di Michael Schumacher in Benetton, ha avuto un percorso simile ed ha raggiunto la Formula 1 ancora 17enne. Mai nessuno è stato più precoce. Mick potrebbe imitare l’olandese o comunque avvicinarsi molto nel bruciare le tappe. Risultati permettendo.

    Mick Schumacher fa coppia con Harrison Newey

    In tema di figli d’arte, non possiamo non citare Harrison Newey. Il nome vi dirà poco. Il cognome tutto. Il figlio del tecnico più vincente della storia della categoria regina del motorsport corre nello stesso team del figlio del pilota più titolato! Mick e Harrison sono compagni di team in Formula 4 ed ambiscono a darsi battaglia fino alla Formula 1. “E’ stata una delle settimane migliori degli ultimi 40 anni per noi - ha dichiarato van Amersfoort - siamo molto onorati che alcuni tra i personaggi più importanti del panorama motoristico mondiale si siano affidati a noi per sviluppare le carriere di due giovani talenti così promettenti”. Ricordiamo che il team manager olandese è lo stesso che ha seguito la breve e prodigiosa carriera del già citato Max Verstappen.