Microfono al Podio MotoGP di Losail… e a Dovizioso!

Microfono al Podio MotoGP di Losail

da , il

    jorge lorenzo yamaha

    Ci sono tutte e tre le moto di punta sui tre gradini del podio di Losail.

    Il GP di Losail si è chiuso con Stoner al primissimo posto, seguito da un (forse) insospettabile Jorge Lorenzo e dal sempre presente Dani Pedrosa.

    Un encomio particolare va indubbiamente ad Andrea Dovizioso.

    Sentiamo la gioia della vittoria dalle loro parole.

    Casey Stoner

    Sono molto contento di questo inizio di stagione, all’inizio avevo qualche problemino poi ad un certo punto ho capito che si poteva attaccare e ci sono riuscito. Sono molto felice, è stata una gara dura e quest’anno sarà difficile. Ora vengono circuiti meno favorevoli, lì cercheremo di limitare i danni.

    Jorge Lorenzo

    Oggi sarebbe stato bello vincere ma la Ducati e soprattutto Stoner sono stati più forti. Fino a metà gara ho retto il passo ma poi non ce l’ho fatta. Qui comunque si poteva vincere, le prossime gare invece saranno un’incognita.

    Dani Pedrosa

    Non mi aspettavo questo risultato, sopratutto dopo i recenti test svolti qui a Losail. Avevamo molti problemi, abbiamo provato moto diverse, telai diversi, c’è stato tanto lavoro! Questo risultato è merito del Team che ha lavorato molto duramente, un grazie a loro.

    Andrea Dovizioso

    Non ho parole, sono emozionatissimo! Alla vigilia della gara non avrei mai immaginato di essere cosi veloce, di concludere al quarto posto, primo degli italiani. Non ho mai pensato al podio ma ho sempre attaccato perchè partivo sfavorito dalla terza fila. Da subito ho spinto tantissimo per recuperare posizioni e non perdere il “treno” del gruppo, e ho chiesto molto alle mie Michelin che mi hanno aiutato per l’intero arco della gara. Ringrazio il Team per l’ottimo lavoro che ha compiuto in questo week end, abbiamo sofferto in qualifica ma ne siamo usciti a testa alta. La mia emozione è ancora maggiore perchè vengo da due anni difficili e oggi mi sembra di raccogliere quanto non avevo avuto prima. Ma dobbiamo ancora migliorare, per crescere sempre e io devo fare esperienza“.