Mika Hakkinen: 3 sentenze sulla F1 del 2009

Mika Hakkinen: 3 sentenze sulla F1 del 2009

Mika Hakkinen commenta il lavoro di Bernie Ecclestone, ammette di vedere un futuro roseo per Sebastian Vettel e si dice fiducioso nella rivincita di Kimi Raikkonen

da in Bernie Ecclestone, Eddie Irvine, Kimi Raikkonen, Mika Hakkinen, Primo Piano, Sebastian Vettel
Ultimo aggiornamento:

    Mika Hakkinen, mai banale e sempre preciso nei giudizi, commenta l’attuale andamento della Formula 1 e spara 3 sentenze sul grande vecchio Bernie Ecclestone, la giovane promessa Sebastian Vettel ed il connazionale Kimi Raikkonen. Su quest’ultimo interviene anche Irvine che spara a zero:“Se anche nel 2009 non batte Massa, gli chiederei di andarsene!”

    ECCLESTONE. Secondo il penultimo campione del mondo di casa McLaren, Bernie Ecclestone è ancora insostituibile:“E’ stato colui che negli ultimi decenni ha fatto fare passi in avanti alla F1. E’ assolutamente l’uomo giusto per quel lavoro”. Il riferimento è alle voci che darebbero lo zio vicino alla pensione, soprattutto alla luce dell’approdo in F1 della FOTA come interlocutore privilegiato della Federazione Internazionale dell’Automobilismo.

    VETTEL. Dall’alto del suo innegabile spirito sportivo, Hakkinen ha parole di stima per colui il quale viene considerato in patria come l’erede di Michael Schumacher, noto anche come il suo principale rivale ai tempi della F1. Parliamo di Sebastian Vettel, ovviamente, che si merita una promozione con lode:“Ha la stoffa giusta. E’ ancora molto giovane, ma eccezionalmente veloce, rende bene come un pilota esperto. Di certo nei prossimi anni raggiungera’ il titolo ha sentenziato il finlandese ricalcando quasi gli stessi concetti espressi in passato dal sette volte campione del mondo.

    RAIKKONEN. “Per Kimi non e’ stato un buon anno ma nel 2009 tornera’ ad attaccare e a vincere gare - ha dichiarato un fiducioso Hakkinen che ha aggiunto – Sa cosa e’ andato storto e sa come evitare che accada di nuovo”. A buttare un po’ di pepe sulla coda del campione del mondo 2007 ci pensa, invece, l’ex-ferrarista Eddie Irvine:“In questo sport si è ben pagati se si è competitivi, se non è così, sei messo fuori - ha commentato l’irlandese sul conto di Kimi Raikkonen - Quando si è il pilota meglio pagato, bisogna essere il migliore e lui non lo è, tutto qua. Se l’anno prossimo non batterà Massa gli chiederei di andarsene o gli ridurrei fortemente lo stipendio”.

    400

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bernie EcclestoneEddie IrvineKimi RaikkonenMika HakkinenPrimo PianoSebastian Vettel