Minardi su Hamilton: ce ne sono 4 meglio di lui

gian carlo minardi, fondatore dello storico team minardi che ha lasciato la formula 1 da pochi anni, commenta i piloti di f1 e sostiene che ci siano ben 4 piloti al momento superiori ad hamilton

da , il

    Minardi su Hamilton: ce ne sono 4 meglio di lui

    Gian Carlo Minardi dice la sua e, nel mirino di uno che di talenti se ne intende, ci finisce stavolta Lewis Hamilton. Secondo lo storico team manager nonché fondatore del team faentino, al momento in Formula 1 ci sarebbero almeno 4 piloti superiori al ragazzo d’oro di casa McLaren. Chi sono?

    Ci vuole poco a capire chi abbia in testa Minardi.

    KUBICA. “Kubica che non commette errori dall’inizio dell’anno e solo al primo gran premio il suo bottino e’ stato di 0 punti in seguito all’incidente con il pilota della Williams Nakajma che lo ha tamponato costringendolo al ritiro. Senza quell’inconveniete oggi sarebbe ancora nettamente in testa al mondiale. Sta dimostrando di essere maturato e di valere piu’ di Hamilton”

    ALONSO. Non poteva mancare nella lista dei magnifici 4 il suo pupillo di sempre:“Un altro e’ certamente il due volte campione del mondo Fernando Alonso che, nonostante una macchina non certamente competitiva, riesce sempre a tirare fuori quel qualcosa per portare la sua Renault nelle posizioni che contano”

    I FERRARISTI. Vuoi per il mezzo che hanno sotto il sedere, vuoi per il grande stato di forma di Felipe Massa e per la solidità di Kimi Raikkonen, gli ultimi ad essere citati, non tanto perché in fondo alla lista ma perché i nomi più scontati, sono proprio i due ferraristi che, sempre per bocca di Minardi “lo stanno mettendo in difficoltà, mostrando di saper reagire nei momenti difficili”.

    HAMILTON BUONO COMUNQUE. “Detto questo - precisa il team manager dalle colonne del proprio sito internet – Hamilton è certamente un pilota che avra’ una strada davanti a sé molto importante e che in futuro fara’ parlare ancora molto di sé. In questo momento pero’ sta commettendo errori di inesperienza molto gravi, mostrando anche un eccessivo nervosismo. Certamente non e’ aiutato nel modo giusto dal suo team che, ancora una volta come gia’ successo nel gran premio del Canada, non ha aiuto il suo pilota nelle fasi iniziali della corsa. Nei prossimi Gran Premi dovra’ certamente dimostrare di poter crescere sotto questi aspetti?