Montezemolo ad Hamilton: “Mi tengo Massa!”

Il presidente della Ferrari nella conferenza stampa di Natale risponde ad Hamilton e dichiara;"Non lo cambio con Massa"

da , il

    Hamilton? Non lo cambio con Felipe Massa - ha commentato Montezemolo che ha poi aggiunto – Di solito, è la Ferrari che sceglie”. E non il contrario. Alonso? un grande pilota” Il numero 1 della Ferrari è in versione tifoso doc quando parla nella tradizionale conferenza stampa di Natale. Il presidente del Cavallino ha una parola per tutti a cominciare da Hamilton che nei giorni scorsi aveva detto che non sarebbe mai andato in Ferrari.

    CRISI. Sono tanti gli argomenti sul piatto. A cominciare dalla crisi economica che rischia apparentemente di stritolare un marchio del lusso come quello delle Ferrari. Secondo Montezemolo, però, il Cavallino dovrebbe restare fuori dal ciclone e, parafrasando il Drake, spiega:“Enzo Ferrari mi diceva negli anni ’70 che 1.500 ‘pazzì ‘che compravano una Ferrari, crisi o non crisi, li avremmo trovati. Credo che, adeguando i numeri, 6.000 ‘pazzi’ continueremo a trovarli”. Sul fronte FIAT, intanto, sembra che verrà ritardato il lancio di alcuni nuovi modelli. Non quello, però, dell’attesissima 500 Cabrio.

    FOTA. La Fota, nata per tracciare la rotta della Formula 1 del futuro, è diventata immediatamente l’unità di crisi per eccellenza. Montezemolo sottolinea con orgoglio questo ruolo e si prende, in qualità di presidente, i meriti per aver scongiurato il pericolo del motore unico:“Se fosse passato il motore unico per tutte le scuderie, almeno quattro, forse cinque case automobilistiche avrebbero abbandonato. E intendo dire quattro o cinque oltre alla Ferrari. Cioé tutte”. Anche sul fronte dei risparmi, l’associazione dei team di F1 sembra aver avuto più fiuto della FIA:“Bene ha fatto la Fia, bene ha fatto Max Mosley a porre il problema dei risparmi ma puntavano al 2010, che è il dopodomani. Invece è nel 2009 che la crisi avrà i suoi effetti. Qui a Maranello, in luglio c’é stata la prima riunione di tutti i team che hanno dato vita alla Fota. C’é un bel clima, di unità. Abbiamo ottenuto questo risparmio sui motori, un 50%, già il prossimo anno. E dal 2012, col nostro piano, il 50% di risparmio riguarderà l’intero budget”. Immancabile una frecciata al sempre più isolato Bernie Ecclestone:“Lo conosco dal ’73, e penso che abbia fatto un grandissimo lavoro. Poi qualche anno fa litigammo, gli diedi dell’ingordo, per i ricavi divisi al 70% a lui e al 30% per tutti i team. Ora siamo a 50 e 50. Qualcosa dovremo fare ancora. Vediamo. Di certo è finito in F1 lo sport di mettere gli uni contro gli altri per governare”

    PILOTI. “Lewis Hamilton? Grandissimo. Ma con tutto il rispetto non lo cambio con Felipe Massa. Montezemolo fa notare come Raikkonen sia diventato campione del mondo al suo primo anno e la mancata vittoria di Felipe Massa sia da attribuire soprattutto agli errori della squadra. Poi precisa a tutto orgoglio:“Di solito è la Ferrari che sceglie. E sono convinto che sia la Ferrari che rende popolare un pilota”. A proposito di scelte future, immancabile è anche il domandone su Fernando Alonso al quale il Presidente ha destinato parole di grande stima:“Considero Fernando Alonso un grande pilota, un trascinatore di squadra, un ragazzo simpatico, lo potevamo prendere quando era alla Minardi, ma la vita è lunga” ha concluso il primo tifoso della Rossa, ricordando come i contratti siano blindati. Ma solo fino al 2010. Dopodomani, insomma.