Montoya:”Qui Schumacher non è nessuno!”

Facciamo un passo indietro

da , il

    Montoya su Schumacher

    Facciamo un passo indietro. Michael Schumacher ha dichiarato di non amare le corse americane e di non concepire il dover correre in una pista ovale.

    Dura – e come poteva essere altrimenti? – è arrivata la replica di Juan Pablo Montoya al tedesco:“Schumacher in America non è nessuno!”

    Il colombiano che, lasciata la McLaren è tornato in America per correre nel campionato Nascar, difende la sua patria adottiva nella quale si è affermato ed ha ottenuto tutti i successi più importanti della carriera:“C’è gente che non capisce la sfida che c’è in questa categoria. Schumacher è uno di questi! Ma se lo prelevi dal suo ambiente e gli dici di stare a mezzo secondo dal miglior tempo, sono sicuro che gli verrebbe un attacco di cuore. Per lui sarebbe un passaggio difficile, ne sono sicuro. Non sarebbe una transizione facile per nessuno. Io ho avuto il vantaggio che ho corso due anni negli ovali e o fatto un po’ di esperienza con queste macchine a inizio carriera. Tutto questo mi ha aiutato davvero”.

    Dare ragione o torto a Montoya è impossibile. Certo è che le ri-partenze lanciate a seguito di una safety car entrata in pista – l’unica cosa che accomuna F1 e corse americane – non sono mai state il punto forte di Schumacher!