Monza: Schumi vince, Alonso out!

da , il

    Schumacher

    Celebrazione Ferrari a Monza. Celebrazione al 100% perché Schumi vince e annuncia che lascia. Lo aspettavamo ma averne la certezza fa comunque uno strano effetto.

    Alonso, intanto, taglia la testa al toro con le polemiche de pre-gara finendo con il motore in fumo dopo una grande rimonta.

    Partenza caotica. Dopo il primo giro Raikkonen precede Schumacher, Kubica, Massa, Button e Alonso.

    I due davanti fanno il vuoto complice anche il tappo di Kubica e raccimolano più di 10 secondi. Il primo a fermarsi è proprio il finlandese della McLaren che ritorna in pista settimo. Il giro dopo tocca a Schumacher che riesce a sopravanzare Raikkonen.

    Kubica si ritrova primo dopo sole 3 corse e resta leader fino al 22° passaggio quando è il suo turno per fermarsi. Massa e Alonso erano già rientrati al 18° giro mentre proseguono senza soste Fisichella, Barrichello e Trulli che guadagnano molte posizioni.

    Dopo aver esaurito tutti i pit-stop, anche il secondo per quelli con due soste, nella seconda parte di gara la situazione vede Schumacher davanti tranquillo, Raikkonen dietro con molto vantaggio su Kubica che resta terzo a sorpresa. Alonso sopravanza Massa che è costretto a fermarsi prima dello spagnolo ai box.

    Il colpo di scena della giornata arriva a 10 giri dalla fine quando il motore Renault dello spagnolo esplode in fondo al rettilineo ed è fuori. Massa scivola sull’olio e causa bloccaggio estremo rovina la anteriore destra ed è costretto a rientrare ai box uscendo dalla zona punti.

    Finisce così: con Schumacher sul gradino più alto, con Raikkonen al suo fianco e con Kubica sin troppo contenuto con le esultanze per un terzo posto letteralmente storico (il secondo per la BMW, il primo per un pilota polacco!).

    In classifica la Ferrari ha 3 punti di vantaggio sulla Renault e Schumacher è sotto di soli due punti da Alonso.

    Sul podio Jean Todt abbraccia il passato ed il futuro tra Kimi e Schumi. Lo champagne scorre a fiumi e il popolo rosso esulta… ma ha anche molta tristezza.

    Gran Premio di Italia – Ordine d’arrivo:

    1 M. Schumacher Ferrari

    2 K. Räikkönen McLaren + 8.000

    3 R. Kubica BMW + 26.400

    4 G. Fisichella Renault + 32.000

    5 J. Button Honda + 32.600

    6 R. Barrichello Honda + 42.400

    7 J. Trulli Toyota + 44.600

    8 N. Heidfeld BMW + 45.300

    9 F. Massa Ferrari + 45.900

    10 M. Webber Williams + 1:12.600

    11 C. Klien Red Bull + 1 giri

    12 D. Coulthard Red Bull + 1 giri

    13 S. Speed Scuderia Toro Rosso + 1 giri

    14 V. Liuzzi Scuderia Toro Rosso + 1 giri

    15 R. Schumacher Toyota + 1 giri

    16 T. Sato Super Aguri + 2 giri

    17 C. Albers Midland F1 + 2 giri

    Ritirati

    18 T. Monteiro Midland F1 + 9 giri

    19 F. Alonso Renault + 10 giri

    20 P. de la Rosa McLaren + 33 giri

    21 S. Yamamoto Super Aguri + 35 giri

    22 P. de la Rosa McLaren + 44 giri