Morte Tomizawa: De Angelis vuole smettere

Nonostante sia già passata una settimana dal mortale incidente di Shoya Tomizawa, il mondo delle corse è ancora scosso dal tragico accaduto

da , il

    L’ex pilota della MotoGP, Alex De Angelis decide di confessare le sue emozioni a “Studio Sport Xxl”, per la prima volta dopo il tragico incidente di Misano che è costato la vita al giovane pilota giapponese Shoya Tomizawa. Il centauro sammarinese non riesce a nascondere il dolore per non aver potuto evitare l’impatto con il corpo di Shoya, che è stato centrato anche dall’accorrente Scott Redding, gravemente ferito alla schiena nella dinamica della carambola mortale. Il primo pensiero di Alex è quello di farla finita con le corse perchè una disgrazia del genere lascia solo spazio alla tristezza.

    E’ già passata una settimana dall’incidente mortale di Shoya Tomizawa sul circuito di Misano e il mondo delle corse è ancora scosso dal tragico accaduto. Sono molti i particolari sui quali far luce, come per esempio le modalità di soccorso e l’ora del decesso del giovane giapponese.

    Alex De Angelis, protagonista dell’incidente, non dimenticherà mai quello che è successo domenica scorsa durante l’ultima gara della Moto2 e confida di aver voluto smettere dopo la morte del giovane pilota nipponico.

    I pochi che lo hanno visto dopo l’incidente in cui ha perso la vita Tomizawa, raccontano di un De Angelis stravolto: pallido, devastato e ossessionato dalle immagini dell’impatto. Qualcuno, tra gli amici, ha consigliato allo staff medico di dargli dei calmanti spacciandoli per antidolorifici: “siamo preoccupati, è convinto che sia tutta colpa sua”.

    Tra le poche dichiarazioni rilasciate dal povero Alex, ne riportiamo una che sembra essere la più rappresentativa del suo stato d’animo: “non posso nascondere che la prima cosa che ti viene in mente è dire basta, perché una cosa così triste ti porta a dire basta. Sfido chiunque a non capirmi”.