Morto Jack Brabham: vinse il mondiale con la scuderia da lui creata

E' scomparso a 88 anni Jack Brabham: creò una scuderia con il suo nome, progettò e costruì la monoposto che lo portò al terzo titolo mondiale in Formula 1

da , il

    jack brabham

    Australiano, tre titoli mondiali di Formula 1 nel suo palmares. Jack Brabham è morto all’età di 88 anni, al termine di una lunga lotta contro una malattia epatica. Se n’è andato il pilota capace di trionfare con una scuderia che portava il suo nome, nel 1969, anno in cui raggiunse l’ultimo dei tre titoli iridati conquistati in carriera. La BT19 non solo era una Brabham, ma venne progettata e costruita proprio da sir Jack, insignito per meriti sportivi del titolo di Cavaliere nel 1979. Gli altri due successi mondiali li otterrà nel 1959 e nel 1960. «Ha vissuto un’esistenza incredibile, ottenendo più di quanto qualunque altra persona potrebbe immaginare», ha commentato il figlio David Brabham, anch’egli pilota di Formula 1 di metà anni Novanta (lo ricordiamo sulla Simtek nel 1994; ndr).

    Erano gli anni di Moss, Clark e Stewart, quelli in cui Brabham riuscì a vincere: certo non piloti qualunque con i quali confrontarsi. Iniziò la carriera motoristica nel 1948 in Australia, dopo aver servito il suo paese nella seconda guerra mondiale come meccanico dell’aviazione. Debutta nel 1955 in Europa, tappa obbligata per arrivare in Formula 1, dove sbarca nello stesso anno. La prima vittoria è del 1959, a Monaco, mentre l’ultima – ottenuta alla veneranda età di 43 anni – è targata Sud Africa 1970. Oltre ai tre titoli iridati, nel palmares di Jack Brabham ci sono 14 vittorie, 13 pole position e 31 podi.

    «Sono triste nell’apprendere la sua morte, è stato un grande australiano», ha dichiarato il presidente della Federazione automobilistica australiana Ron Walker.