Moto 250: Marco Simoncelli non si arrende

da , il

    L’attuale Campione del Mondo della classe 250cc, Marco Simoncelli, ha perso una preziosissima occasione, a Misano, per rientrare nella corsa al titolo iridato. Infatti la caduta rimediata durante la dodicesima tornata lo ha, probabilmente, estromesso deinitivamente dalla lotta mondiale.

    Il pilota della Gilera Metis, nonostante lo zero in classifca ottenuto al GP di San Marino, non si perde d’animo e crede ancora nella possibilità di accorciare la classifica mondiale, negli ultimi quattro appuntamenti della quarto di litro. Infatti la gara sulla riviera adriatica poteva essere un’opportunità per recuperare punti pesanti, in classifica, al leader del Motomondiale classe 250cc, Hiroshi Aoyama.

    L’incidente che lo ha tolto dalla bagarre per la vittoria, nella quale era impegnato insieme a Mattia Pasini ed Hector Barberà, è stato così commentato dal riccioluto campione della Metis: “comunque, ho avuto un problema al quarto giro, la moto non andava più perchè penso che ci fosse un problema con il controllo di trazione, che tagliava nei punti sbagliati e non la faceva andare. Dopo ho provato a escluderlo e la mia Gilera andava meglio, solo che aveva delle reazioni un po’ diverse dai giorni in cui abbiamo provato, perchè chiaramente non avevo traction control. Io sinceramente stavo tirando per star dietro a Mattia, però non ero al limite, mi sembrava di poterci stare bene. In quel punto, al Tramonto, mi è partita un po’ dietro, mi sembrava una cosa che potevo riuscire a controllare, invece probabilmente ero troppo largo sul cordolo e la seconda pompata che la moto mi ha dato mi è andata giù la ruota e mi è partita e sono caduto”.

    Ricordiamo che, attualmente Marco Simoncelli è terzo in classifica generale con 165 punti, solo 40 lunghezze in meno del leader, Aoyama. Dunque, non credere nella rimonta mondiale sarebbe davvero un peccato capitale, soprattutto se il primo a crederci è soprattutto Sic: “era una giornata buona per fare dei punti pesanti e purtroppo è andata male. Ora mancano quattro gare, vedremo cosa succederà”.

    Se Super Sic dovesse fallire il prossimo obbiettivo, la sua corsa al mondiale sarebbe seriamente compromessa, anche se il pilota italiano può sempre consolarsi con il passaggio in Motogp nella prossima stagione.