Moto Buell: tra genio, tormenti e competizioni

Storia e modelli della Moto Buell, lo storico marchio che ha dato un nuova dimensione ai mitici motori Harley Davidson

da , il

    Oggi parliamo di Moto Buell. Buell Motorcycle Company per la precisione. Trattasi di una Casa motociclistica statunitense che vanta la caratteristica di essere l’unico produttore di moto sportive ad utilizzare in modo esclusivo motori firmati Harley Davidson. La tormentata vita della Buell si è conclusa nel 2009 dopo essere stata acquistata nel 1998 proprio dalla Harley-Davidson Motor Company.

    Moto BUELL: Storia e filosofia

    Moto Buell nasce nel 1987 a Mukwonango nel Wisconsin per mano di un ex ingegnere della Harley Davidson che risponde al nome di Eric Buell. Le prime moto prodotte montano il motore Harley standard della serie Sportser da 1.000 cc di cilindrata. Il telaio, invece, è assolutamente originale e caratterizzato da soluzioni non convenzionali in varie aree come, ad esempio, quella delle sospensioni. L’idea che c’è dietro al progetto Buell è quella, a differenza di altre moto sportive, di dare la massima soddisfazione al pilota indipendentemente dalle proprie capacità e senza l’ossessione della velocità. I mezzi prodotti sono unici sul mercato e raccolgono attorno a sé l’interesse degli appassionati. Dopo soli tre anni, però, arrivano delle difficoltà finanziarie. In supporto della Buell scende in campo direttamente la stessa Harley che acquisisce il 51% del pacchetto azionario lasciando al fondatore Eric Buell il restante 49%. Eric Buell parla di trilogia della tecnologia per spiegare la filosofia che c’è dietro al suo approccio costruttivo. L’ingegnere americano si riferisce a tre concetti ben precisi: masse centrate, riduzione al minimo del peso di tutto ciò che è a contatto con il terreno (es. le ruote), telaio torsionalmente rigido. Altra caratteristica innovativa è l’uso delle parti cave del telaio come serbatoi per carburante e olio motore. E’ il motore, semmai, in antitesi, l’elemento meno tecnologico: si tratta di un’unità raffreddata ad aria che nulla ha a che fare con quanto prodotto da altre case.

    Moto BUELL: Modelli

    La prima moto uscita dalla fabbrica Buell si chiama RR1000. Il modello monta il motore della Harley Davidson XR1000 ma, rispetto alla sorella maggiore, risulta più veloce e leggera e finisce con il sostituirla sul mercato delle moto di serie. Alla RR1000 segue nel 1989 la RR1200 spinta da un nuovo motore. Nel 1990 è il turno della RS1200 con ciclistica aggiornata e sella per due persone. Nel corso degli anni ’90 e fino al 2006 arrivano la S2, la S2T Thunderbolt, la S1 Lightning, la M2 Cyclone, la S3, la S3T Thunderbolt e la X1 Lightning. Il primo motore di 500 cc da 34 cavalli compare nel modello Blast. Il più potente, con in suoi 100 cavalli, invece, è sulla Firebolt XB12R e sulla Lightning XB12S. La media di cavalli per gli altri modelli si assesta attorno ai 60. Il primo propulsore 1.000 cc V2 a quattro tempi viene sostituito da un 1.200 cc solo quando la Harley Davidson smette di produrlo. E’ nel 1996 e nel 1998 che l’unità viene migliorata per mano dello stesso Eric Buell. Le ultime novità sono introdotte nel 2003 per soddisfare le più stringenti normative sulle emissioni.