Moto-Lessico. Chissà cosa ne pensa l’Accademia della Crusca!

Moto-Lessico: nuovi termini e competente tecnico scientifiche per il pubblico affezionato della MotoGP! Che cultura!

da , il

    Impiccato

    I piloti del MotoMondiale sono diventati ormai nostri “amici della domenica”, sappiamo ormai tutto (o quasi) su di loro: vittorie e sconfitte, stati d’animo e scadenze contrattuali, conti in banca e fidanzate, figli, matrimoni con bellissime compagne o sodalizi con ruggenti due ruote.

    A ben vedere, abbiamo imparato anche altro da loro: abbiamo imparato a parlare in Moto Lessico.

    Ho notato che il Moto-Lessico contagia un pò tutti con un trasporto mai visto in altri campi. Merito questo anche di Valentino Rossi che, in tutti questi anni di netto predominio sia in pista sia nella comunicazione, ha coniato nuovi termini e forgiato nuove parole arrivate a noi con una simpatia che ha fatto si che non fossimo refrattari a questi “nuovi insegnamenti”.

    Imparando dal pilota giallo, eviteremo di arrivare impiccati nelle curve dei discorsi e di non dover rincorrere nei suoi pensieri il nostro interlocutore ignaro di questa nostra novella cultura slang-post-moderna di derivazione pseudo-motociclistica.

    Valentino non è il solo a poter tenere un corso di nuovi vocaboli. In questa grande Scuola, c’è posto anche per le lezioni di Inglese.

    Grazie ad un altro grande insegnante, Max Biaggi, abbiamo imparato il termine chattering che Max non si è mai stancato di ripetere a noi discoli alunni indisciplinati e increduli. Dopo la Laurea in Comunicazione, Valentino aggiunge anche il concetto di “Burn out“, spesso pronunciato dal pubblico latino con l’urticante pronuncia “barnaut” che fa raddrizzare i capelli in testa ai cittadini britannici up-town!

    Dal divertente al tecnico, durante le gare di MotoGP abbiamo fatto anche lezioni di Dinamica del Motociclo (derapate a iosa etraversing, per non dimenticare la celebre affermazione “Il posteriore della Moto si dissocia dalla Logica della Traiettoria”) e di Ingegneria spinta apprendendo concetti quali il Motore a Valvole Pneumatiche, la disposizione a V di cilindri e la mescola degli pneumatici.

    Pane comune per i nostri denti, non così per altri anche se il Moto-Lessico, corretto o inventato che sia, colpisce tutti indistintamente.

    Ricordo due anni fa, ai tempi del bruttissimo incidente che coinvolse N piloti tra cui Melandri e Capirex: tutti improvvisamente colti su “freni pinzati” e “corde corrette in curva” da far tremare qualunque docente universitario di Meccanica Applicata.

    Allo stesso modo, Valentino ci insegna che le gomme possono anche “dechapparsi“, ed ecco che, come per magia, tutto il popolo di Italia 1 parla di gomme dechappate come fosse la cosa più comune al mondo!

    Ma non c’è limite alla cultura sconfinata del pubblico del MotoMondiale.

    In questa magnifica Scuola, all’ Italiano e all’ Inglese, alla Meccanica e all’ Aerodinamica, si affiancano anche importanti nozioni di… Medicina!

    Lorenzo viene operato? Causa? Semplice!

    Sindrome compartimentale all’avambraccio destro.

    Più chiaro di così?!!