Moto Market. Hofmann si arrabbia, Elias saluta.

Moto Market

da , il

    alex hofmann

    C’eravamo tanto amati….

    Parole famose di una canzone ancor più famosa, versi rispolverati e tornati d’attualità proprio i questi giorni in occasione del MotoMercato relativo alla MotoGP.

    Da una lato, il team Gresini. L’addio di Marco Melandri, centauro italiano dall’anno prossimo in forza a Borgo Panigale, infatti, è stato un duro colpo per il Team italiano che, adesso, potrebbe veder cadere anche l’ultimo baluardo storico, lo spagnolo Toni Elias.

    Sono, infatti, ore decisive queste per il centauro spagnolo e il suo team Honda di Fausto Gresini.

    Una (sola) certezza c’è già, ossia il sostituto di Melandri: un altro italiano, ugualmente forte (se non di più, addirittura), e decisamente giovane, Alex De Angelis, al suo debutto in MotoGP dopo una bella stagione in 250cc.

    Per quanto riguarda lo spagnolo di Manresa, circolano rumors diversi: voci italiane dicono che il team italiano e l’entourage del pilota iberico stiano cercando una soluzione per mantenere in forza Gresini Toni Elias, mentre i quotidiani spagnoli già pregustano un addio all’attuale team a favore di una Ducati del Pramac D’Antin, visto che l’ “opzione-Elias” portava come data di scadenza il 30 settembre 2007.

    Che fare? Intanto, c’è uno Shinia Nakano che, sonnacchioso, aspetta che Elias finalmente si metta da parte, per poter finalmente salire in sella ad una Honda RC212V.

    I dubbi restano.

    Nakano è veramente un buon affare per Gresini?

    A interrogarsi sul proprio futuro, poi c’è un altro centauro in preda a crisi di panico.

    Alex Hofmann, questo lo sfortunato pilota che era stato licenziato in tronco dopo il Gp del Portogallo (nel corso del quale si era ritirato senza dare alcuna motivazione alla squadra) e che ora cerca il riscatto. Il centauro tedesco minaccia azioni legali se non verrà reintegrato per le ultime tre gare della stagione del Motomondiale, la prima delle quali in programma il 14 ottobre in Australia sul circuito di Phillip Island.

    Datasport, infatti, scrive che alla notizia di qualche giorno fa che la Pramac D’Antin lo avrebbe sostituito con Chaz Davies, Alex Hofmann avrebbe affidato tutta la sua rabbia e le sue intenzioni in un comunicato stampa: “Stando a quanto comunicato in una recente nota dal mio team, il mio contratto come pilota del team Pramac D’Antin è terminato con effetto immediato la sera dopo il Gp del Portogallo. Considero ingiustificata tale risoluzione e mi opporrò a questa decisione con tutti i mezzi legali a mia disposizione. La risoluzione scritta del mio contratto non era basata sul mio comportamento nella giornata di gara, quanto piuttosto sulla mia supposta mancanza di prestazioni positive nel corso della stagione“.

    E Chaz Davies, che dice? Fin troppo ovvio: “Sono molto contento di avere nuovamente l’opportunità di correre in MotoGP col Team Pramac D’Antin. Desidero ringraziare il Team e la Ducati per questa nuova occasione. Per me Phillip Island è un circuito che mi ha lasciato buoni ricordi nel mio passato in 250 e spero di imparare molto con la Ducati. Voglio fare del mio meglio e divertirmi il più possibile!!

    Peggio di una telenovela… Arrivederci alla prossima puntata!