Moto Tecnica. 800 is megl che 990?

Molto spesso ci chiediamo come mai la Ducati è molto più veloce delle altre moto

da , il

    motore moto

    Quante volte, ultimamente, ci siamo chiesti il perchè e il per come dell’imbattibilità del motore Ducati e di come la nuova concezione delle 800cc abbia cambiato i requisiti tecnici e i risultati attesi.

    Ingegneri più bravi, fortuna, escamotage e serbatoi nascosti, o che cosa? Scopriamo in un articolo tratto da racingworld.it il perchè le 800 siano meglio (o peggio) delle 990cc.

    Buona lettura!

    ________________________________________________________________

    Con la nuova stagione del Mondiale MotoGP, la classe regina è passata dalla precedente cilindrata di 990cc agli attuali 800cc. Un cambio che ha presupposto il ripensamento dei prototipi utilizzati, in termini non solo di motore, ma anche di ciclistica e di pneumatici.

    Le prestazioni pure non hanno però perso nel cambio di cilindrata. La continua evoluzione nella tecnica motoristica e nell’ingegneria meccanica ha permesso il mantenimento di prestazioni eccezionali per i prototipi della MotoGP.

    Analizzando i primi quattro Gran Premi, a fianco degli stessi tracciati sui quali si è corso nel 2006, possiamo fare un confronto sulle potenze delle diverse moto della classe regina, riportando quello che è il dato più evidente espresso dalla potenza del motore: la velocità massima.

    Il primo appuntamento della stagione 2006, sul circuito di Jerez, premiò la velocità della Honda di Dani Pedrosa, autore di un picco di 288,7 km/h nel corso della terza sessione di Prove Libere di quel fine settimana di gara.

    Dietro di lui la Ducati di Sete Gibernau, accreditato di un 287,9 km/h ottenuto nelle Qualifiche. Stessa velocità ottenuta dall’allora compagno di squadra Loris Capirossi.

    La Yamaha di Valentino Rossi, con 284 km/h, pagava invece una differenza di 4 km/h con il miglior risultato di Pedrosa.

    Nell’appuntamento di Jerez di questa stagione, sono le Ducati di Barros e Stoner le moto più veloci del lotto, con una velocitàmassima rispettivamente di 280,2 e 278,4 km/h. Lo spagnolo Pedrosa si conferma però tra i più veloci, segnando una velocità massima di 278,2 km/h ottenuta nella seconda sessione di Prove Libere così come i due piloti Ducati.

    Con una velocità di 274,6 km/h, invece, Valentino Rossi è a poco meno di 6 km/h da Barros.

    Il rettilineo più lungo della pista di Jerez misura 600 metri.

    GP Jerez, Spagna 2006 – 990cc

    Dani Pedrosa – Honda/Michelin (288,7 km/h nelle Libere 3)

    Sete Gibernau – Ducati/Bridgestone (287,9 km/h in Qualifica)

    Loris Capirossi – Ducati/Bridgestone (287,9 km/h in Qualifica)

    (…)

    Valentino Rossi – Yamaha/Michelin (284,0 km/h nelle Libere 3)

    GP Jerez, Spagna 2007 – 800cc

    Alex Barros – Ducati/Bridgestone (280,0 km/h nelle Libere 2)

    Casey Stoner – Ducati Bridgestone (278,4 km/h nelle Libere 2)

    Dani Pedrosa – Honda/Michelin (178,1 km/h nelle Libere 2)

    (…)

    Valentino Rossi – Yamaha/Michelin (274,6 km/h nelle Libere 3)

    Sulla pista di Losail, in Quatar, nel 2006 è di nuovo Pedrosa il pilota più veloce, con un picco di 330,2 km/h ottenuto nelle Qualifiche. Dietro di lui le Honda di Stoner e Tamada che segnano rispettivamente 329,6 e 328,5 km/h.

    La Ducati di Gibernau ottiene il miglior dato con un 326,5 km/h, mentre la Yamaha di Valentino Rossi si ferma a 324,7 km/h.

    Quest’anno, invece, sulla pista di Losail sono tornate le Ducati a farla da padrona. Il quartetto di moto fabbricate a Borgo Panigale si è piazzato in testa alla classifica guidata da Stoner con 324,7 km/h.

    La prima delle giapponesi è la Honda di Pedrosa, a poco meno di 7 km di scarto dall’australiano.

    Pedrosa, al contrario delle Ducati, ha ottenuto il miglior responso tachimetrico in una sessione di Prove Libere. Anche stavolta Valentino Rossi è dietro, con una velocità massima di 309,9 km/h, a poco meno di 15 km/h da Stoner.

    Il rettilineo più lungo di Losail misura 1068 metri.

    GP Losail, Qatar 2006 – 990cc

    Dani Pedrosa – Honda/Michelin (330,2 km/h in Qualifica)

    Casey Stoner – Honda/Michelin (329,6 km/h in Qualifica)

    Makoto Tamada – Honda/Michelin (328,5 km/h in Qualifica)

    Sete Gibernau – Ducati/Bridgestone (326,5 km/h in Qualifica)

    (…)

    Valentino Rossi – Yamaha/Michelin (324,7 km/h in Qualifica)

    GP Losail, Qatar 2007 – 800cc

    Casey Stoner – Ducati/Bridgestone (324,7 km/h in Qualifica)

    Loris Capirossi – Ducati/Bridgestone (323,5 km/h in Qualifica)

    Alex Hofmann – Ducati/Bridgestone (322,6 km/h in Qualifica)

    Alex Barros – Ducati/Bridgestone (319,5 km/h in Qualifica)

    Dani Pedrosa – Honda/Michelin (317,9 km/h nelle Libere 3)

    (…)

    Valentino Rossi – Yamaha/Michelin (309,9 km/h in Qualifica)

    Ad Istanbul, nel 2006, è sempre la Honda di Pedrosa la moto più veloce, con un picco di 312,6 km/h ottenuti in gara. Dietro di lui Loris Capirossi che, sempre in gara, ottiene un picco di 311,3 km/h.

    La Yamaha di Rossi, con 309,9 km/h, è a poco meno di 3 km/h.

    Nell’appuntamento turco del 2007 sono in 3 le Ducati in testa a questa particolare classifica. Stoner, Capirossi e Barros ottengono le migliori velocità non condividendo però la sessione. Stoner si impone nel terzo turno di Prove Libere, Capirossi nelle Qualifiche e Barros in gara.

    Rossi chiude con un picco di 293,6 km/h, a meno di 8 km/h da Stoner.

    Il rettilineo più lungo di Istanbul Park misura 720 metri.

    GP Istanbul, Turchia 2006 – 990cc

    Dani Pedrosa – Honda/Michelin (312,6 km/h in Gara)

    Loris Capirossi – Ducati/Bridgestone (311,3 km/h in Gara)

    Toni Elias – Honda/Michelin (311,1 km/h in Gara)

    (…)

    Valentino Rossi – Yamaha/Michelin (309,9 km/h in Gara)

    GP Istanbul, Turchia 2007 – 800cc

    Casey Stoner – Ducati/Bridgestone (301,2 km/h nelle Libere 3)

    Loris Capirossi – Ducati/Bridgestone (297,7 km/h in Qualifica)

    Alex Barros – Ducati/Bridgestone (297,6 km/h in Gara)

    Dani Pedrosa – Honda/Michelin (297,4 km/h nel Warm-Up)

    (…)

    Valentino Rossi – Yamaha/Michelin (293,4 km/h in Gara)

    In Cina, sulla pista di Shanghai, il 2006 vede tre Honda in cima alla tabella della velocità massima; Tamada segna il suo miglior picco di 343,7 km/h nel corso delle Qualifiche, seguito da Pedrosa, Stoner e dalle due Ducati di Gibernau e Capirossi.

    Nel 2007, invece, le Ducati tornano alla carica con Stoner e Barros davanti ad Hofmann e Capirossi. Non lontana la Honda di Pedrosa, costantemente uno dei piloti più veloci in assoluto come abbiamo visto fino a questo momento.

    La Yamaha di Rossi continua invece ad essere più distante, questa volta a 12 km/h dal miglior picco dell’australiano della Ducati.

    GP Shanghai, Cina 2006 – 990cc

    Makoto Tamada – Honda/Michelin (343,7 km/h in Qualifica)

    Dani Pedrosa – Honda/Michelin (343,4 km/h nel Warm-Up)

    Casey Stoner – Honda/Michelin (343,4 km/h nelle Libere 3)

    Sete Gibernau – Ducati/Bridgestone (341,8 km/h in Qualifica)

    Loris Capirossi – Ducati/Bridgestone (341,8 km/h in Qualifica)

    (…)

    Valentino Rossi – Yamaha/Michelin (338,3 km/h nelle Libere 3)

    GP Shanghai, Cina 2007 – 800cc

    Casey Stoner – Ducati/Bridgestone (337,2 km/h nel Warm-Up)

    Alex Barros – Ducati/Bridgestone (334,5 km/h nel Warm-Up)

    Alex Hofmann – Ducati/Bridgestone (333,4 km/h in Gara)

    Loris Capirossi – Ducati/Bridgestone (333,2 km/h in Gara)

    Dani Pedrosa – Honda/Michelin (332,6 km/h in Gara)

    (…)

    Valentino Rossi – Yamaha/Michelin (325,7 km/h in Gara)

    _____________________________________________________