Moto2 Aragon: Iannone superstar

Andrea Iannone ha conquistato ad Aragon la terza vittoria stagionale dopo quelle del Mugello e di Assen, e si tratta di una vittoria ancora una volta straripante e indicativa del talento del rider abruzzese

da , il

    Andrea Iannone - GP Aragon 2010

    Andrea Iannone ha vinto dominando il Gran Premio di Aragona della classe Moto2. Al Motorland Aragon il giovane pilota abruzzese ha addirittura realizzato il “grand chelem” – aggiudicandosi primo posto, pole position, giro veloce, restando in testa alla gara dal primo all’ultimo giro del gran premio – e ha tagliato il traguardo con un margine di circa 10 secondi sugli inseguitori.

    Dietro di lui Julian Simon e Gabor Talmacsi. Quarto il leader della classifica iridata, lo spagnolo Toni Elias. Quinto Simone Corsi.

    Andrea Iannone ha conquistato ad Aragon la terza vittoria stagionale dopo quelle del Mugello e di Assen, e si tratta di una vittoria ancora una volta straripante e indicativa del talento del rider abruzzese.

    Ora bisogna chiedersi cosa sarebbe successo se Iannone avesse gestito al meglio quelle gare decisamente buttate via, come Barcellona e Misano. Probabilmente l’italiano sarebbe stato vicinissimo a Toni Elias in classifica generale, e per lo spagnolo avere il fiato sul collo di uno veloce come Iannone avrebbe potuto indurlo a commettere errori e la lotta per il titolo iridato sarebbe stata molto più aperta.

    Invece gli 80 punti di vantaggio su Iannone e i 76 su Julian Simon permettono ad Elias di gestire con tranquillità gli ultimi 5 gran premi per portare a casa un mondiale Moto2 già teoricamente nelle sue mani.

    Per quanto riguarda la gara della classe Moto2 del GP di Aragonla prima dopo la tragedia di Misano Adriatico – da segnalare il grande incidente alla partenza (ormai un classico della categoria, dato il gran numero di moto allo start) che ha visto coinvolti Yonny Hernandez, i nostri Mattia Pasini, Alex Baldolini, e Fonsi Nieto.

    Foto AP/LaPresse