Moto2 Assen: Iannone ringrazia la squadra

Sabato ad Assen si è rivisto un grande Andrea Iannone, il giovane pilota abruzzese del Team Speed Up ha vinto con un buon margine il GP della classe Moto2, confermandosi una delle realtà più interessanti del Motomondiale

da , il

    Andrea Iannone Assen

    Sullo storico circuito di Assen la nuova classe Moto2 si conferma una categoria competitiva capace di dare emozioni e soddisfazioni anche ai tifosi italiani: l’abruzzese Andrea Iannone ha infatti vinto il Gran Premio d’Olanda della classe di mezzo correndo una grande gara a conferma di un weekend che l’ha visto sempre in testa.

    Il giovane pilota del del team Speed Up ha prima dominato i turni di prove, per poi portare a casa la seconda vittoria (dopo quella ottenuta sul Mugello) ritornando in corsa per il titolo iridato.

    Sabato ad Assen si è rivisto un grande Andrea Iannone, il giovane pilota abruzzese del Team Speed Up ha vinto con un buon margine il GP della classe Moto2, confermandosi una delle realtà più interessanti del Motomondiale.

    E’ stata una gara molto difficile, Wilairot è passato davanti a me e dopo poco sono riuscito a superarlo,” ha spiegato Iannone, “Questa è stata una buona mossa perché era molto importante riuscire ad andare via. Alle mie spalle Toni e gli altri avevano un passo molto veloce, non riuscivo a distaccarli più di tanto. A metà gara sono riuscito a distaccarmi e ho preso un buon margine.”

    Iannone anche ha spiegato che la vittoria nel Gran Premio d’Olanda è stata dura ma che grazie alla sua lettura della gara e al gran lavoro fatto dalla squadra.

    Il merito va anche all’aiuto della squadra: lavoriamo in sintonia e questo rende più facile ottenere buoni risultati,” conclude il rider italiano del team Speed UP, “L’importante ora è lavorare con la testa, restare concentrati perché Catalunya è domenica prossima e sarà un gran premio impegnativo.”

    Per Iannone è la seconda vittoria stagionale, vittoria che lo porta a 33 punti dal leader della classifica iridata, lo spagnolo Toni Elias.

    Foto: www.motogp.com