Alex De Angelis pensa ancora alla MotoGP

Alex De Angelis ha raggiunto un accordo col Team Scot racing

da , il

    Alex De Angelis ha raggiunto un accordo col Team Scot Racing. Il pilota sammarinese gareggerà quindi nella neonata Moto2 e avrà come compagno di scuderia un altro reduce dal campionato mondiale MotoGP 2009, il genovese Niccolò Canepa.

    De Angelis sarà di sicuro uno dei protagonisti della Moto2 e porterà alla nuova categoria del Motomondiale la sua esperienza in MotoGP. E col suo ingaggio, il team sammarinese si conferma uno dei più competitivi tra quelli schierati nella nascente classe 600cc. Ma De Angelis ha ancora in testa la MotoGP.

    Il prossimo anno correrò con Scot Moto2, in una struttura che sarà praticamente tutta sammarinese.

    Alex De Angelis ha ufficializzato così l’accordo stipulato con il Team Scot Racing: “Il reparto di Cirano Mularoni si trova a non più di 500 metri da casa mia,” ha continuato il pilota di San Marino “E ritrovo Pietro Caprara, il capo tecnico che ha accompagnato le mie ultime due ultime stagioni in 250. Quindi, come base di partenza, non posso proprio lamentarmi.

    De Angelis, che fino all’ultimo aveva tentato di restare in classe regina (anche la Repubblica di San Marino aveva fatto di tutto per avere un “suo” pilota in top class, ma l’operazione è naufragata per a causa di difficoltà di budget), retrocede così in Moto2, ma con l’aspirazione di tornare già nel 2011 nel mondiale MotoGP: ”Il contratto è di un solo anno perché l’obiettivo è quello di tornare in MotoGP il prima possibile.”

    Il Team Scot Racing, dal canto suo, non può che essere soddisfatto per l’accordo raggiunto, senza dimenticare che può contare su un altro ex della classe regina, Niccolò Canepa (che essendo stato collaudatore contribuirà anche allo sviluppo della moto).

    È da tempo che pensiamo ad Alex de Angelis come pilota della nostra squadra,” ha dichiarato il team manager sammarinese Cirano Mularoni, “Un sogno che avremmo voluto realizzato in MotoGP, ma che prenderà il via dalla nuova classe Moto2: un campionato innovativo che penso si dimostrerà molto interessante dal punto di vista dello spettacolo.