Moto2: salta il ritorno di Cagiva e Agostini

Se ne era parlato molto nelle scorse settimane: il grande Giacomo Agostini è stato a un passo dal ritornare nel circus del Motomondiale, nello specifico come Team Manager in una “speciale” scuderia di Moto2

da , il

    Se ne era parlato molto nelle scorse settimane: il grande Giacomo Agostini è stato a un passo dal ritornare nel circus del Motomondiale, nello specifico come Team Manager in una “speciale” scuderia di Moto2… Speciale perché avrebbe segnato un altro ritorno gradito a tutti i fan delle due ruote: quello della Cagiva. Ma il mitico “Ago” alla fine ha dovuto rimandare il suo progetto a causa dei tempi troppo stretti che avrebbero di sicuro finito per penalizzare il nuovo team. Appuntamento rimandato al 2011?

    Grazie, ma non ho fretta: è mia intenzione fare le cose per bene e non c’è abbastanza tempo per creare un team adeguato alla situazione.

    Giacomo Agostini rimanda il suo ritorno nel Motomondiale, ufficialmente per il troppo poco tempo a sua disposizione per l’allestimento di un team in grado di competere nella neonata classe Moto2: “Bisognerebbe lavorare troppo di fretta. Meglio restare alla finestra,” ha dichiarato il 15 volte campione del mondo, “Voglio proprio vedere come parte questa Moto2. A metà del prossimo anno valuteremo la situazione e inizieremo a lavorare in prospettiva 2011.”

    Il desiderio di perfezionismo può essere davvero la spiegazione del dietrofront di Agostini: Ago è il pilota più vincente della storia del motociclismo sportivo e di certo non vuole fare nulla che possa appannare il suo mito (basti pensare al grande attaccamento nei confronti dei suoi record su due ruote). Ma forse dietro la decisione di rimandare di un anno il ritorno suo e della Cagiva c’è un obiettivo più ambizioso: il nuovo campionato mondiale MotoGP, che dal 2012 aprirà le porte ai nuovi motori 1000cc.