Moto2: Tomizawa entusiasta del Qatar

Shoya Tomizawa forse non diventerà un campione, ma il suo mondiale è come se lo avesse già vinto: a soli 19 anni (nella storia del motociclismo sportivo, è il terzo giapponese più giovane a conquistare un gran premio) ha ottenuto la sua prima vittoria nella nuova classe moto2

da , il

    A Losail il giapponese Shoya Tomizawa a soli 19 anni si è aggiudicato la vittoria nella prima gara di sempre della nuova classe Moto2, entrando così nella storia del Motomondiale.

    Il pilota del team Technomag CIP è arrivato primo nel Commercialbank Grand Prix of Qatar staccando di quasi cinque secondi il secondo classificato, Alex Debon, ed è naturalmente entusiasta della sua storica impresa, tanto da definire la serata della gara “la più bella notte” della sua vita…

    Shoya Tomizawa forse non diventerà un campione, ma il suo mondiale è come se lo avesse già vinto: a soli 19 anni (nella storia del motociclismo sportivo, è il terzo giapponese più giovane a conquistare un gran premio) ha ottenuto la sua prima vittoria nel Motomondiale (che è anche il suo primo podio) nel primo evento di sempre della nuova Moto2, scrivendo così il suo nome nella storia delle competizioni a due ruote.

    La sensazione quando ho tagliato il traguardo è stata di incredulità. Nella stessa serata ho fatto il primo podio e la mia prima vittoria: la più bella notte della mia vita,” ha dichiarato al termine del Gran Premio del Qatar il numero 48 del team Technomag CIP, “Sono stato veloce e sono molto orgoglioso di aver vinto in una gara in cui tutti usavano lo stesso motore.”

    Non mi aspettavo una vittoria così rapida in avvio di stagione, ma già nel warm up mi sentivo in gran forma e cosciente di poter stare con i primi,” ha continuato Tomizawa, “Ma non avrei mai creduto di vincere con un vantaggio simile, non ho mai guardato la lavagna a causa della pressione e mi sono semplicemente preoccupato di guardare avanti tutta la gara.”