Motogp 2009: alla Bridgestone e’ mancata la concorrenza

Bridgestone fa un bilancio di questo primo anno di monogomma, che ha visto la casa produttrice giapponese protagonista nella fornitura di gomme a tutti i piloti di Motogp: ecco cosa ne pensa il direttore

da , il

    Il 2009 ha visto dei cambiamenti molto significativi nella Motogp. Il piu’ importante e’ stato senza dubbio il passaggio al monogomma: tutti i piloti, tutti i team, avrebbero montato solamente pneumatici Bridgestone. Alla fine di questa stagione, il bilancio e’ positivo o negativo? A lamentarsi, stranamente, e’ propio la casa rifornitrice di gomme.

    Hiroshi Yasukawa, responsabile Bridgestone Motorsport, ha voluto fare un bilancio della stagione appena conclusa. Una stagione molto impegnativa, nella quale e’ mancata la concorrenza: “Ci manca la concorrenza tra i vari fornitori di pneumatici“, ha confessato il numero uno di Bridgestone, che poi ha aggiunto: “ma questo per noi ha rappresentato una nuova sfida. Se in passato il nostro obiettivo era quello di dare gli pneumatici più competitivi ai nostri team, adesso siamo maggiormente coinvolti in MotoGP, offrendo il sostegno a tutti i piloti e team. Sin dalla prima gara eravamo pronti, ed il nostro lavoro è stato apprezzato da Dorna e FIM che desideriamo ringraziare per la fiducia“.

    Ovviamente, Hiroshi Yasukawa e’ orgoglioso per come si e’ svolta questa stagione, nella quale l’unico protagonista, per quanto riguarda le gomme, era il suo gruppo: l’azienda ha raggiunto traguardi di tutto rispetto ed ora pensa al futuro. Il monogomma Bridgestone durera’ fino al 2011: “Quest’anno la situazione economica è cambiata, ma per noi la MotoGP è strategica, una vetrina importante per il mercato e per sviluppare i prodotti che poi commercializziamo. Confermiamo, come da accordi presi con la Dorna, il supporto per le prossime due stagioni“.

    Insomma, il lavoro e’ tanto, ma la casa giapponese non si tira certamente indietro e siamo certi che continuera’ a migliorare e a tentare di proporre ai piloti un prodotto che sia al massimo, in ogni gara e in ogni condizione. Anche se, con un po’ di concorrenza, la sfida sara’ stata decisamente piu’ interessante!