Motogp 2009: costruttori riuniti a Sepang

I vertici delle case costruttrici della Motogp si sono incontrati per una riunione a Sepang per discutere di eventuali sistemi per ridurre i costi della prossima stagione della Motogp

da , il

    I costruttori delle moto che corrono in Motogp corrono ai ripari. Si e’ svolta nella giornata di ieri (mercoledi’ 4 febbraio 2009) un’importante riunione in un albergo di Sepang tra i rappresentanti delle case protagoniste del prossimo mondiale per studiare qualche sistema per poter diminuire quei costi che, in momenti di magra come questi, sono diventati troppo elevati. Bella idea, peccato che a fine giornata di soluzioni intelligenti se ne sono viste ben poche.

    In rappresentanza dei team c’erano Nakajima e Kitagawa per la Yamaha, Yasutake per la Honda, Sahara per la Suzuki e Corrado Cecchinelli e Livio Suppo per la Ducati. Assenti i vertici Kawasaki, che dopo l’annuncio dell’addio, non hanno pensato fosse opportuno partecipare alla riunione e questa scelta allontana ancora di piu’ la possibilita’ di vedere le verdone in pista nella Motogp del 2009 anche in versione clienti.

    Tutto si e’ ridotto in una diminuzione degli orari delle prove libere e del warm up della domenica con eventuale cancellazione dei test del lunedi’ nei circuiti dove si e’ svolto il GP. Ma la chicca e’ un’altra: la prossima stagione, i team viaggeranno in aereo, solo in classe economy e non piu’ in businness come era tradizione. Se questa e’ l’unica soluzione che hanno trovato in una giornata di riunione andiamo proprio bene. E addirittura secondo indiscrezioni c’e’ anche chi ha trovato il tempo di lamentarsi di questa proposta come Jeremy Burgess, tecnico storico nel team di Valentino Rossi, inidspettito perche’ molti del team Yamaha sono australiani e quindi durante la stagione devono viaggiare piu’ degli altri. Vuol dire che ci mettera’ l’aggiunta di tasca sua…

    Immagini prese da motogp.com, dailymotos.com.