MotoGP 2011, Edwards: “Il sorpasso di Simoncelli è stato aggressivo”

Anche Colin Edwards passa all'attacco contro il presunto stile di guida aggressivo di Marco Simoncelli dopo l'incidente di Le Mans

da , il

    edwards sic

    Non si placano le polemiche e le accuse contro il pilota italiano Marco Simoncelli, reo di guidare in modo aggressivo e di aver provocato la frattura della clavicola ai danni di Dani Pedrosa. In prima battura sono stati i piloti spagnoli, Jorge Lorenzo su tutti, a non risparmiarsi parole al veleno contro Super Sic e adesso è il turno dello statunitense Colin Edwards, pilota del Team Tech3 Yamaha: “a questi livelli si sa che se si fanno manovre come questa al 100% si è fuori. Io cerco sempre di mettermi in una posizione che non crei problemi”.

    Mentre il pilota della Honda di Fausto Gresini, Simoncelli è deciso a riscattare le sue quotazioni nella gara della MotoGP a Barcellona, non si fermano le bordate contro l’iridato 2009 della quarto di litro. Oggi ci ha pensato, il texano Edwards ad accusare il Sic di essere un centauro dal comportamento scorretto: “non voglio finire a terra solo per il gusto di far vedere cosa posso fare. In genere facendo quelle manovre si arriva sempre al contatto”.

    Dunque, non è servita a nulla la tesi difensiva di Kevin Schwantz che si è messo dalla parte di Marco, perchè il pilota della Yamaha satellite giudica insufficiente la penalizzazione del Sic a Le Mans: “credo di non aver mai visto nessuno fare appostitamente una manovra scorretta. La fama di Simoncelli però è nota, anche se io non ho mai avuto un problema con Marco e mi sento abbastanza a mio agio a guidare con lui. Non ho rancore verso di lui, ma alla fine della giornata aveva sbagliato”.