MotoGP 2011: Ezpeleta difende Simoncelli

Dopo numerosi attacchi contro Simoncelli, reo di essere un pilota aggressivo, Ezpeleta si mette dalla parte del Sic e ridimensiona la polemica sul sorpasso sicuro

da , il

    ezpeleta difende il sic

    Il boss del circus della MotoGP, Carmelo Ezpeleta decide di scendere in campo per cercare di arrestare le polemiche che sono esplose a causa dei recenti scontri tra Jorge Lorenzo e Marco Simoncelli, nonchè tra Casey Stoner e Valentino Rossi dopo il celebre contatto di Jerez de la Frontera. Sul sorpasso che ha portato Dani Pedrosa all’infortunio, il capo è chiaro: “non si può puntare il dito accusatore su uno solo. E’ il contesto generale che va analizzato”.

    In questa settimana, piloti come Alvaro Bautista non hanno esitato a scagliarsi contro Simoncelli, colpevole secondo gli addetti ai lavori di aver provocato con il suo stile di guida aggressivo, l’infortunio allo spagnolo Pedrosa nell’ultimo appuntamento della MotoGP sul circuito internazionale di Le Mans.

    Ma a tendere la mano verso l’italiano della Honda di Fausto Gresini, ci pensa il boss del Motomondiale, Ezpeleta che crede nelle parole del Super Sic quando dice che starà più attento e risponde a quei piloti che vorrebbero regolamentare la complicata arte del sorpasso: “è impossibile definire il sorpasso sicuro. Nelle gare bisogna solo cercare di ridurre i rischi”.

    Secondo il capo della Dorna, la tensione all’interno del paddock di quest’anno è spiegabile dall’alto numero di pretendenti al titolo iridato: “ci sono più candidati rispetto agli anni precedenti e ognuno gioca le sue carte. Finché questo non si traduce in situazioni difficili in pista, va bene. Sappiamo tutti cosa è il motociclismo ed i suoi limitii. I piloti conoscono meglio di chiunque altro quali sono i limiti nelle corse . Nessuno vuole lasciarsi passare in MotoGP, ma non mi piace vederli darsi calci a più di duecento all’ora”.