MotoGP 2011, Lorenzo nuovo tackle sul Sic: “Ho cercato di mettervi in guardia”

Simoncelli continua ad essere sotto processo per quello che è accaduto durante il GP di Francia e per le accuse che hanno preceduto il quarto steo della MotoGP

da , il

    Lorenzo tackle su sic

    Marco Simoncelli è sotto accusa e anche il campione del mondo della MotoGP 2011, Jorge Lorenzo non molla la presa e direttamente dal sul blog personale, torna sul contatto tra il Sic e Dani Pedrosa attaccando il pilota italiano. Ma soprattutto sullo stile di guida aggressivo del centauro italiano del team di Fausto Gresini che ha causato la frattura della clavicola del buon Dani, che già stava stringendo i tempi a causa del suo fragile fisico e da una precedente operazione alla spalla.

    Mentre Simoncelli cerca di difendersi dalle accuse, dopo il contatto con Pedrosa, dicendo di non essere stato scorretto, continua, incessante, la campagna diffamatoria contro il pilota italiano del team San Carlo. Infatti, il campione del mondo, Lorenzo si è scagliato contro la decisione dei commissari di gara francesi di penalizzare il comportamento del Super Sic, solo con un Ride Trough: “chi non segue i consigli rischia di non invecchiare. Come quando l’arbitro fischia un rigore contro inesistente e ci si lamenta degli arbitri. Ho cercato di mettere tutti in guardia dopo la conferenza stampa di sabato a Estoril e ora ho avuto la conferma che non ha capito, si è rifiutato di capire; non accetta di perdere ma tutti noi lo facciamo”.

    Dunque, dopo le parole infuocate del manager di Pedrosa, Alberto Puig, anche il numero uno della Yamaha conferma la sua cattiva opinione sul pilota di Coriano. Infatti, Jorge già all’Estoril in conferenza stampa, aveva avuto un contatto ravvicinato con Simoncelli: “se la gente pensa che parlo troppo, lo accetto. Ma non mento e non mi nascondo. Ora è facile dire che Simoncelli è aggressivo. Dani è stata la prima grande vittima. Zero punti e clavicola rotta. Una grande penalità per un pilota che quest’anno ha tutto per combattere per il titolo e spero che sia presente alla prossima gara”.