MotoGP 2011, Simoncelli: “A Barcellona non avrò la standing ovation”

Simoncelli cerca di dimenticare le polemiche esplose durante l'ultimo GP di Francia 2011 che lo accusano di essere un pilota scorretto

da , il

    Sic pedrosa errore

    Marco Simoncelli cerca di proiettarsi sul prossimo Gran Premio che si svolgerà suò circuito internazionale di Barcellona per dimenticare le accuse piovutegli addosso durante il week end di gara andato in scena tra le curve di Le Mans a causa dell’incidente con Dani Pedrosa: “probabilmente non riceverò una standing ovation ma spero che, se sarò criticato, questo avvenga in maniera civile e non come avviene in altri sport”. Il pilota italiano della Honda satellite cerca in Spagna, il primo risultato di prestigio da quando è approdato in MotoGP.

    Simoncelli cerca il riscatto a Montmelò per buttarsi alle spalle le accuse che lo dipingono come un pilota dall’atteggiamento di guida scorretto e pericoloso per la sicurezza degli altri riders in pista. In realtà, ancor prima dell’episodio con Dani, Marco era stato indicato come vero e proprio pericolo pubblico numero 1, con i centauri spagnoli pronti a mettersi in fila per accusa il Sic.

    Ricordiamo che Super Sic gira sotto scorta dopo le minacce ricevute in seguito all’incidente con Dani Pedrosa, che non prenderà il via alla corsa catalana. A poche ore dal GP di Catalunya, il Sic torna sull’errore di Le Mans: “sono ancora dispiaciuto per quel che è accaduto a Dani. Vorrei lasciarmi alle spalle le varie polemiche, salire sulla mia moto ed iniziare a lavorare per la gara, nella quale sono sicuro che io e il mio team possiamo puntare in alto”.