MotoGP 2011, Simoncelli: “Dopo Silverstone torno a casa a testa bassa”

Simoncelli sfoga la propria rabbia per aver mancato all'appuntamento con il primo podio in MotoGP con l'ennesima caduta tra le curve di Silvestone

da , il

    sic dopo silverstone

    Marco Simoncelli non è proprio soddisfatto dopo l’ennesimo ritiro a Silverstone, soprattutto perchè non riesce a dar seguito in gara alle belle prestazioni evidenziate in qualifica. La caduta sulla pista bagnata lo ha tolto di scena quando il sogno del primo podio era ormai vicinissimo. Per Super Sic, la MotoGP 2011 rischia di diventare una stagione da incompiuti e per smaltire la delusione inglese deve subito ripartire da zero per il prossimo Gran Premio di Assen.

    Nelle qualifiche ufficiali del GP di Gran Bretagna, Simoncelli ha cercato di stare davanti al velocissimo Casey Stoner e tutto lasciava intendere ad una gara da protagonista. Ma l’ennesimo scivolone sul bagnato ha buttato il morale dell’iridato 2009 della 250cc sotto i piedi.

    Il Sic era sbarcato a Silverstone con l’unica missione del podio e con l’harakiri di Jorge Lorenzo, la strada verso il parco chiuso sembrava spianata e senza ostacoli. Vedere la Honda di Gresini che finisce a lucidare l’asfalto rende inutili gli sforzi di Simoncelli in prova.

    Il centauro della HRC clienti si augura così di poter cambiare rotta tra le curve olandesi del Mondiale: “sono affranto perché tutte le volte siamo nella condizione di poter fare delle belle gare ed invece alla fine succede sempre qualcosa che non lo permette. Nello stesso punto dove sono caduto avevo già rischiato e avevo iniziato a frenare più piano, ad essere prudente ma quando sono arrivato mi si è chiuso il davanti e mi sono ritrovato per terra dicendo addio al podio per l’ennesima volta. Mi dispiace. Adesso vado a casa a testa bassa e da domani dovrò pensare ad Assen con la speranza che il momento negativo finisca”.