MotoGP 2011: Stoner d’accordo con Pedrosa sulla regola del limite di peso

Anche Stoner è contro l'ipotesi dell'introduzione della regola del peso minimo in MotoGP

da , il

    pedrosa stoner limite peso

    Continua il dibattito sull’introduzione della regola del peso minimo tra moto e pilota in MotoGP e che ha visto Dani Pedrosa schierarsi contro l’eventuale nuova norma, sostenendo che i vantaggi per un peso piuma come il suo ci sono ma è anche vero che ci sono molti svantaggi. Un esempio che lo spagnolo ha portato alla luce, sono i cambi di direzione che lo vedono svantaggiato. Anche il compagno alla Honda, Casey Stoner sembra dello stesso avviso: “a mio parere questo è un argomento interessante e molte persone hanno un valido punto di vista, ma ad essere onesti, mi dispiace per Dani e per la sua situazione. Ci sono pro e contro per tutto”.

    Anche Stoner, insieme a Pedrosa, è contro l’ipotesi di una nuova norma sul limite di peso in MotoGP: “in alcune situazioni le dimensioni di Dani non sono sicuramente un vantaggio ed i piloti più grandi hanno un vantaggio”. Ricordiamo che lo spagnolo del team Repsol Honda pesa 21 Kg meno di Marco Simoncelli.

    Proprio il centauro di Gresini e Valentino Rossi sono propensi alla regola del peso minimo mentre l’australiano si schiera invece dalla parte di Pedrosa, che nel frattempo è impegnato nella riabilitazione all’infortunio alla spalla: “ora abbiamo molti più cavalli di quanti ce n’erano all’epoca dei due tempi e nessuno si lamentava così tanto. Le dimensione di Dani gli procurano molte difficoltà nei cambi di direzione e allo stesso tempo chi è più pesante ha svantaggi in rettilineo e forse in uscita di curva. Ma le loro moto sono molto più stabili di quanto non lo siano per quelli più leggeri. Ci saranno sempre discussioni su questo”.