MotoGP 2011, Stoner dichiara: “Rossi e la Ducati ancora in gioco”

Stoner non crede che Rossi sia fuori dalla corsa al titolo mondiale e che risolverà i problemi alla spalla infortunata

da , il

    Stoner su rossi e ducati

    Il pilota della Honda ufficiale, Casey Stoner dopo aver recuperato le forze dal trionfale Gran Premio del Qatar 2011 dedica il suo pensiero alla sua vecchia squadra, la Ducati e al suo nuovo rider, Valentino Rossi. L’australiano spiega che il Dottore sia sempre in gioco per la lotta al titolo iridato anche se tra le curve di Losail è riuscito a conquistare soltanto la settima posizione dietro alla Yamaha dello statunitense, Ben Spies: “per me ci sono ancora un sacco di domande a cui rispondere e non avremo le risposte fino a quando Valentino non sarà a posto con la sua spalla”.

    Il vincitore della prima gara della MotoGP 2011 di Losail, Stoner non crede che, nonostante le difficoltà emerse con il settimo posto del Qatar, Rossi debba essere considerato spacciato per la corsa al titolo mondiale.

    Secondo il numero 27 della HRC, il pesarese è ancora troppo condizionato dai problemi alla spalla infortunata, durante un allenamento lo scorso anno e che appena avrà recuperato la forma fisica ottimale potrà dar fastidio a tutti per il podio: “la spalla infortunata non gli permette ancora di guidare al 100% per tutta la durata della gara e anche di cercare il miglior setup per la sua Desmosedici GP11″.

    L’ex centauro della Desmosedici pensa che un pilota possa vincere il campionato anche con un paio di brutti risultati e dunque anche Valentino e Dani Pedrosa, che nel frattempo ha confermato i problemi alla spalla, possono recuperare terreno sulla vetta della classifica generale: “fino a che la spalla non sarà posto non sapremo fino a dove può arrivare la moto. Penso che stiano avendo più difficoltà del previsto, ma non credo che Valentino avrà sempre questo ritmo. Penso invece che quando la spalla sarà a posto il suo ritmo migliorerà”.