MotoGP 2011, Stoner sul Mondiale: “Non basta la costanza per vincere”

Stoner commenta la prima metà della MotoGP 2011, che lo vede comandare la classifica generale con 20 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo

da , il

    Stoner metà mondiale

    Il leader della classifica mondiale, Casey Stoner per lui 5 vittorie su 10 gare e 20 punti di vantaggio sul maiorchino della Yamaha, Jorge Lorenzo, parla della prima parte della stagione 2011, dopo il giro di boa della gara statunitense di Laguna Seca. Un campionato in cui ha preso punti in tutte le gare tranne a Jerez, teatro dell’ormai famosa caduta provocata da Valentino Rossi che ha travolto la Honda dell’australiano. Cinque vittorie e quattro podi più in 10 corse: “Penso che senza il problema della seconda gara, saremmo stati sul podio in tutte le gare in questa stagione e credo sia qualcosa di molto speciale”.

    Dopo aver tentato il boicottaggio del Gran Premio del Giappone causa rischio radiazioni post Fukushima, Stoner torna a parlare di tematiche a due ruote e della stagione fin qui disputata.

    L’iridato del 2007 con la Ducati ha le idee piuttosto chiare sul modus operandi necessario per vincere il titolo: “Non basta essere consistenti ma occorrono le vittorie. Sono molto felice quest’anno nel team Repsol Honda. La moto ha lavorato brillantemente e anche nei giorni peggiori non ha funzionato così male. Questo è qualcosa di molto positivo. Quando abbiamo l’opportunità di vincere siamo sempre lì, molto vicini e questo ci dà la possibilità di vincere più spesso”.