MotoGP 2012, Angel Nieto lancia il pronostico: “Stoner, Pedrosa e Lorenzo per il titolo”

MotoGP 2012, Angel Nieto lancia il pronostico: “Stoner, Pedrosa e Lorenzo per il titolo”

Il pluricampione delle due ruote Angel Nieto lancia il suo pronostico sull'esito della prossima MotoGP 2012 che vedrà la lotta tra Stoner, Pedrosa e Lorenzo

da in Casey Stoner, Daniel Pedrosa, Jorge Lorenzo, MotoGP 2017
Ultimo aggiornamento:

    angel nieto motogp 2012

    Mentre l’esordio della MotoGP 2012 è imminente con l’inizio dei test invernali tra le curve del circuito internazionale di Sepang, il tredici volte campione del mondo Angel Nieto ha parlato dei possibili vincitori del prossimo Motomondiale. La leggenda del motocilcismo spagnolo vede come principali avversari dell’attuale campione del mondo, Casey Stoner, i connazionali Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa.

    Con le case motociclistiche impegnate a sviluppare la moto per il 2012, come la Ducati ha fatto in gran segreto a Jerez con Carlos Checa e Battaini, cominciano a diffondersi i pronostici degli addetti ai lavori sull’esito del prossimo Motomondiale 2012, che vedrà il ritorno dei propulsori 1000cc e la novità delle CRT, le cosidette Claiming Rule Team.

    Tra questi, c’è anche la leggenda delle due ruote, vincitore di tredici titoli iridati, Angel Nieto, il quale punta forte sul vincitore della MotoGP 2011, Stoner e naturalmente sui connazionali Lorenzo e Pedrosa: “Io so chi vincerà in questa stagione, il campionato sarà tra Stoner, Lorenzo e Pedrosa”.

    Prima di concludere la sua intervista, Nieto si augura che anche Alvaro Bautista, in sella alla Honda Gresini che fu del compianto Marco Simoncelli, possa essere protagonista del 2012 insieme ad una Ducati ritrovata per uno spettacolo sempre più entusiasmante: “Auguro anche ad Alvaro Bautista di essere lì, nel 2011 con una bici normale ha fatto bene e spero che Rossi possa inserirsi”.

    L’ex centauro spagnolo ha dato la sua opinione anche sul ritorno delle 1000cc e sulla capacità invasiva della tecnologia nel Motomondiale: “Dobbiamo aspettare per vedere i risultati di squadre come la Honda, che è il riferimento.

    C’è qualche incertezza su cosa succederà. Le moto sono ancora con due ruote, freni, cambio, ma si sono evolute molto sulla tecnologia. Dobbiamo trovare i modi per limitare l’elettronica lasciando fare la differenza ai soli piloti”.

    368

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Casey StonerDaniel PedrosaJorge LorenzoMotoGP 2017
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI