MotoGP 2012, Hayden: “Correre in Superbike è come fare un passo indietro”

MotoGP 2012, Hayden: “Correre in Superbike è come fare un passo indietro”

Lo statunitense Hayden sulla possibilità di correre nel campionato della Sueprbike, considerato come la Serie B delle moto

da in MotoGP 2017, Nicky Hayden
Ultimo aggiornamento:
    MotoGP 2012, Hayden: “Correre in Superbike è come fare un passo indietro”

    Il centauro statunitense della Ducati ufficiale, Nicky Hayden dopo i test sul circuito internazionale di Jerez de la Frontera per l’ultimo test organizzato da Borgo Panigale per il 2012. Kentucky Kid, per la MotoGP 2013, sarà un vero e proprio punto di riferimento per gli altri piloti della Rossa, poichè dei quattro piloti ufficiali, lui è l’unico che giù guida quella moto da diversi anni e quindi sarà inevitabilmente il riferimento per lo sviluppo della Desmosedici: “Certo le corse in moto non sono mai male, ma credo che andare a correre in Superbike significava fare un passo indietro. Quei piloti che vanno lì lo fanno perchè non hanno più una chance in MotoGP”.

    Rinnovato il contratto con la Ducati, Nicky Hayden si appresta ad affrontare l’ennesima stagione in sella alla Ducati ufficiale, rappresentando il punto di riferimento per lo sviluppo della moto di Borgo Panigale.

    Hayden ha affermato a Speed.com che durante la scorsa estate ha rischiato di restare senza sella per il 2013 e si era parlato di un suo possibile quanto incerto futuro nella categoria della Supebike. Ma il ritorno di fiamma di Valentino Rossi nei confronti della sua adorata Yamaha ha mescolato nuovamente le carte in tavola: “Certo uno può andare lì e vincere ma io venni in MotoGP per correre con i migliori.

    In dieci anni ho vinto solo tre gare, ma ancora oggi l’orgoglio di esserci riuscito è tanto”.

    Il pilota americano, nonchè campione del mondo della MotoGP con la Honda, all’ultimo corregge il tiro delle sue affermazioni, confermando comunque che non è entusiasta all’idea di correre nella categoria riservata alle derivate dalla serie: “Non voglio certo sminuire la Superbike anche perchè sono delle belle gare e ci sono dei buoni piloti, ma se devo essere sincero, il pensiero di correre lì non mi eccita. Diversi team di Superbike mi hanno chiamato egli ho risposto che mi sarei segnato il loro numero, ma io volevo restare in MotoGP. Il fatto che li vincono piloti di 40 anni? E’ un’altra cosa che mi ha convinto a non voler andare”.

    424

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MotoGP 2017Nicky Hayden