MotoGP 2012, Hayden: “Per me è un anno importante”

Hayden al Wroom 2012 parla delle aspettative per la prossima MotoGP, quando ci sarà il ritorno dei motori 1000cc

da , il

    WROOOM, Madonna di Campiglio Ferrari & Ducati

    Al Wroom 2012, non c’erano solo Valentino Rossi e Filippo Preziosi, ma anche lo statunitense Nicky Hayden, che nonostante gli infortuni riportati in allenamento non ha voluto mancare alla ventiduesima edizione del meeting di Madonna di Campiglio, la quarta per il pilota americano, sbarcato in Ducati nel 2009 dalla Honda. Il campione mondiale della MotoGP 2006, ha parlato proprio della riabilitazione che seguirà alla rottura della scapola di due settimane fa affermando: “Sto meglio ora, ho tolto anche la cintura di supporto al braccio e posso finalmente cominciare la fase di recupero. L’obiettivo è scendere in pista in Malesia. Ho saltato i test di Valencia e non voglio perdermi anche questi”.

    Hayden, a dispetto del suo nuovo infortunio a scapola e costole, non ha voluto perdere il tradizionale appuntamento del Wroom, abituale ritrovo della Ducati MotoGP e della Ferrari F1. Nell’edizione del 2011, complice l’arrivo in Rosso di Valentino Rossi, era tanto l’entusiasmo intorno alla Desmosedici, ma la stagione appena trascorsa ha ridimensionato aspettative e prestazioni e anche Kentucky Kid usa la prudenza nelle sue affermazioni: “Nel 2011 le cose non sono andate come sperato. Abbiamo provato tutto, senza ottenere i risultati che volevamo. Verso la fine abbiamo avuto qualche riscontro positivo, ma non siamo poi riusciti a concretizzare. Nonostante ciò, abbiamo imparato molto. Per quest’anno l’obiettivo è quello di far funzionare al meglio la moto, lavorando per una maggiore competitività in ogni gara”.

    E sui suoi obbiettivi, personali il centuro americano della Rossa del Motomondiale, confida di avvertire una certa pressione a fare bene e questo dovrà farlo nonostante i suoi acciacchi fisici, i quali limiteranno le sue prestazioni fin dai prossimi test invernali della MotoGP, che avranno luogo a Sepang dal prossimo 31 gennaio: “Sarà un anno importante per me. Ci sarà il ritorno delle 1000cc, con nuove regole e nuovi prototipi, quindi sarà fondamentale per me disputare una buona stagione mostrando il mio potenziale. Ammetto di essere un pò agitato ma guardo avanti con fiducia. Avremo a disposizione molta più potenza e le velocità raggiunte saranno molto più alte. L’elettronica ha fatto grossi passi in avanti rispetto al 2006 e molti problemi sono stati corretti. Una delle cose più difficili con la quale ci dovremo confrontare sarà sicuramente mantenere la moto con le gomme a terra”.