MotoGP 2012, il Team Iodaracing si presenta a Venezia

La scuderia della Iodaracing, che prenderà parte al campionato 2012 della MotoGP, si è presentata nella splendida cornice di Venezia

da , il

    motogp iodaracing 2012

    Came e Iodaracing Project hanno presentato il team Came Iodaracing che prenderà parte al prossimo Motomondiale 2012, che partirà l’8 aprile dalle curve del tracciato internazionale di Losail, nell’incantevole cornice del Casinò di Venezia sul Canal Grande, nelle categorie MotoGP e Moto2. I piloti del team Came Iodaracing saranno Danilo Petrucci, lo scorso anno vice campione del mondo della Superstock 1000 e campione italiano della stessa categoria, che sarà in sella ad una 1000cc l’ultima nata della Iodaracing la TR003, CRT che monta un telaio a traliccio ideato e costruito dall’engineering ternana.

    La CRT del team Iodaracing, che debutterà nel Mondiale MotoGP 2012, è stata presentata presso il Casinò di Venezia sul Canal Grande. Questo per valorizzare e sottolineare la grande importanza della partnership tra l’azienda veneta, leader nel settore dell’automazione, della sicurezza attiva, del controllo degli accessi automatici e della domotica, e la factory di Terni che affronteranno la Top Class con una sfida all’insegna del Made in Italy.

    Se Petrucci salirà in sella ad una MotoGP, a Simone Corsi toccherà rappresentare il team italiano nella classe Moto2 , continuando il rapporto già instauratosi lo scorso anno con la FTR, con la quale il centauro romano ha ottenuto due terzi posti chiudendo il campionato al sesto posto assoluto.

    Il prossimo appuntamento per il team Came Iodaracing sono i test di Jerez de La Frontera che andranno in scena dal 19 al 25 marzo. Questo sarà l’ultimo banco di prova prima di partire alla volta di Losail dove la prima gara del Motomondiale, dirà a che punto è arrivato il progetto della CRT italiana.

    Infine, Danilo Petrucci non riesce a nascondere l’entusiasmo e la voglia di esordire in MotoGP, a soli 21 anni: “E’ una grande soddisfazione esordire in MotoGP a 21 anni ed anche un bell’onere farlo con una moto completamente nuova. Ho una squadra di primissimo livello e lo ha dimostrato già dal primo test e questo mi fa stare molto più tranquillo nell’affrontare i primi impegni ufficiali. L’obbiettivo è quello di stare con i primi delle CRT, stiamo lavorando dando tutti il massimo e sicuramente avremo il massimo del risultato in tempi brevi”.