MotoGP Spagna 2012 , Dovizioso: “A Jerez è stato difficile”

Dovizioso commenta la gara di Jerez che lo ha visto arrivare in quinta posizione dietro al compagno di squadra Crutchlov

da , il

    Andrea Dovizioso

    Il centauro forlivese, Andrea Dovizioso ha chiuso con il quinto posto il Gran Premio di Spagna, secondo appuntamento della MotoGP 2012, una gara che ha condotto in maniera dignitosa ma trovandosi a disagio con l’entra in curva della sua Yamaha M1: “E’ stato un weekend molto difficile perché non mi piace particolarmente questa pista e non sono ancora completamente a mio agio con la Yamaha YZR-M1. Perciò ho faticato parecchio. Quello di cui ho bisogno ora è girare il più possibile sull’asciutto, per migliorare le mie prestazioni e mostrare quello di cui sono capace”.

    Dovizioso, dopo una vita intera di militanza in sella alla Honda, per questo Motomondiale ha deciso di passare alla Yamaha, quella satellite del team Tech 3. Per il forlivese, l’inizio di stagione non è stato dei migliori, ma comunque nel GP di Jerez 2012 è riuscito a conquistare il quinto posto.

    Un’amara consolazione, però, se vedi che il tuo compagno ti arriva davanti e rischia anche di conquistare il podio, inseguendo la HRC di Dani Pedrosa. L’ex pilota della Honda avrebbe voluto lottare con i piloti che gli sono arrivati davanti, ma una scelta di pneumatici errata lo ha un poò penalizzato: “Sono contento del mio inizio gara e dei primi giri. Ero in grado di lottare con il gruppetto di testa e questo ha contribuito a farmi raccogliere un sacco di informazioni che mi aiuteranno a migliorare in futuro. È stato molto interessante seguire Cal perché è ancora molto più veloce di me ingresso di curva e ho bisogno di adattare il mio stile in questo settore, che è il punto forte della Yamaha. Ho anche fatto la scelta sbagliata con il pneumatico anteriore”.

    Ed infine il Dovi Power si augura di poter avere delle condizioni di pista asciutta nelle prossime uscite della MotoGP 2012: “Volevo gareggiare con quello duro come Cal, ma sulla griglia di partenza ho messo il morbido. Anche per questo da metà gara non ho potuto mantenere il mio ritmo per stare con Cal e Dani. E’ stata comunque un esprienza positiva, quindi non vedo l’ora di arrivare ad Estoril sperando in un bel meteo”.