MotoGP 2012: Stoner operato, rientro a Motegi?

Si allungano i tempi di recupero di Stoner, recentemente operato per l'infortunio alla caviglia rimediato ad Indianapolis

da , il

    MotoGp Indianapolis, il sabato prima della gara

    E’ perfettamente riuscito l’intervento chirurgico al quale si è sottoposto l’attuale campione del mondo della MotoGP, Casey Stoner sotto i ferri e i tempi di recupero si allungano. Il pilota della Honda ha annunciato l’intervento su Twitter e ha detto di volere comunque provare a tornare in pista prima della fine del Motomondiale. Ricordiamo che l’australiano è stato operato alla caviglia destra infortunata dopo la caduta tra le curve di Indianapolis.

    Dopo l’operazione subita da Stoner a Sindney, perfettamente riuscita, servita a rimuovere dei frammenti ossei dall’articolazione della caviglia destra e dalla ricostruzioni dei legamenti della stessa, si potrebbero allungare i tempi di rientro del talentuoso pilota australiano della Honda, che così pregiudica gran parte della sua ultima partecipazione alla MotoGP.

    L’operazione è stata eseguita dal team del dott. Lam al North Shore Private Hospital e anche l’equipe medica è del tutto soddisfatta dell’esito dell’intervento. Stoner ha lasciato l’ospedale e passerà a casa la convalescenza e anche se i tempi di recupero non sono ufficiali, si parla di circa due mesi di stop forzato e Casey potrebbe tornare in pista a Motegi, il 14 ottobre, o sette giorni più tardi tra le curve di Sepang.

    Il campione della Honda ufficale, Stoner però non si è abbattuto ed è più determinato che mai a concludere degnamente la sua ultima stagione nel mondo delle due ruote dopo aver dato l’annuncio shock del suo ritiro a fine Motomondiale: “Ho bisogno di concludere la stagione”. Proprio per la sua motivazione personale, il Canguro Mannaro, numero 27 del Mondiale della Top Class, conta di Realisticamente il campione del mondo in carica della Honda potrà disputare ancora tre Gran Premio, che sono: Sepang, Phillip Island e Valencia e al al massimo quattro con l’appuntamento di Motegi.