MotoGP 2012, Stoner studia gli avversari: “Spero in Ducati forte, Lorenzo il mio rivale”

MotoGP 2012, Stoner studia gli avversari: “Spero in Ducati forte, Lorenzo il mio rivale”

Stoner non vede l'ora di scendere in pista per difendere il titolo mondiale della MotoGP conquistato nel 2011

da in Casey Stoner, Honda MotoGP, MotoGP 2017, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Dominique Aegerte

    Il campione del mondo della MotoGP appena conclusa, Casey Stoner, non vede l’ora di rituffarsi nell’atmosfera campionato e difendere il numero 1 sulla carena della sua Honda. Per molti, Stoner è l’uomo da battere anche nel prossimo Motomondiale, nonostante il passaggio ai motori 1000cc e considerati i test effettuati con la nuova HRC a Valencia che hanno evidenziato la competitività dell’australiano: “Non vedo l’ora di scendere in pista con il nuovo numero. La vedo come una nuova sfida, e la cosa mi piace. La stagione sarà sicuramente complicata e stiamo per debuttare in una nuova categoria. Ci spetta un lavoro duro nella fase di testing per portare la moto ad un livello che ci soddisfi”.

    Il due volte campione del mondo della Top Class del Motomondiale, Stoner si prepara ad affrontare la nuova stagione e parla dei possibili avversari nel suo cammino verso la conquista del terzo titolo iridato. Il numero 27 della MotoGP 2012 tra i papabili al ruolo di principale antagonista al Mondiale vede lo spagnolo della Yamaha, Jorge Lorenzo: “Il mio rivale principale sarà Lorenzo, che ha chiuso da Campione il 2010 e da vice Campione il 2011. Come lui, anche tutti i ragazzi delle squadre ufficiali così come Dovizioso. Purtroppo mancherà Marco Simoncelli, che sono sicuro sarebbe stato uno dei protagonisti del Campionato”.

    Casey commenta le sensazioni avvertite nei test con la nuova moto e nonostante le poche informazioni sui test della Ducati GP 12 a Jerez e dopo aver affermato che il team della Rossa non sa sviluppare la moto, spera in una Desmosedici competitiva: “Abbiamo chiuso gli ultimi test con buoni risultati, anche se non proprio quelli desiderati, quindi sarà nostro dovere andare avanti con lo sviluppo. Le prossime sessioni saranno di fondamentale importanza e speriamo di poter raccogliere più informazioni possibili.

    Dicono di aver rinnovato il 90% della moto, ma l’hanno fatto a metà della scorsa campagna. Hanno cambiato sia la parte posteriore che quella anteriore della moto, dall’alto in basso, ma la differenza è stata nulla. Spero, per il legame che ho con Ducati, che riescano a mettere assieme una moto competitiva perché il Campionato ne ha bisogno”.

    Prima di concludere, ricordiamo che il 31 gennaio tutti i best riders della MotoGP saranno sul tracciato internazionale di Sepang per il primo test del 2012 dal quale emergeranno i primi valori di competività delle squadre.

    476

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Casey StonerHonda MotoGPMotoGP 2017Primo Piano